Alfa Romeo Stelvio: Prime foto spia con la carrozzeria definitiva

di -

In attesa del debutto sul mercato dell’Alfa Romeo Giulia (mancano due settimane all’apertura degli ordini), Alfa Romeo ha dato, in queste ore, il via libera ad i primi test in strada dei prototipi definitivi del nuovo D-SUV, che dovrebbe chiamarsi Alfa Romeo Stelvio. Dopo lunghi mesi di test con carrozzerie provvisorie (i muletti hanno girato in strada per tutto il 2015 con la carrozzeria modificata della 500L), la scocca definitiva del nuovo Alfa Romeo D-SUV è pronta per essere messa alla prova come ci mostrano alcune prime foto spia pubblicate dal magazine Quattroruote.

Nonostante le vistose protezioni, i prototipi del nuovo D-SUV di casa Alfa Romeo mettono in evidenza alcuni dettagli che caratterizzeranno il modello finale come lo scudetto frontale di dimensioni decisamente maggiori rispetto agli standard a cui siamo abituati e i fari anteriori che dovrebbero riproporre un design molto simile a quello della Giulia. Il posteriore resta, per ora, ancora un mistero. Le foto spia, infatti, evidenziano un componente aggiuntivo, che naturalmente non sarà presente sul modello definitivo, che va a celare in modo quasi completo il design. La certezza dell’inizio dei test in strada ci permette di poter affermare che già nel corso dei prossimi giorni nuove foto spia potranno svelare ulteriori dettagli sul nuovo Alfa Romeo Stelvio.alfa romeo d-suv

Il nuovo Alfa Romeo D-SUV sarà prodotto a Cassino a partire dalla fine del 2016. La base di partenza è la piattaforma Giorgio, la stessa utilizzata da Alfa Romeo per la Giulia. La nuova berlina di segmento D del marchio italiano presenterà tantissimi punti in comune, dal punto di vista tecnico, con il nuovo D-SUV che, così come avviene con la Giulia, sarà proposto anche in una variante a trazione integrale, necessaria per il successo commerciale in alcuni mercati. La gamma di motorizzazioni del nuovo Stelvio sarà praticamente identica a quella della Giulia. In listino ritroveremo quindi il 2.0 turbo benzina, che potrebbe non essere commercializzato nella versione base da 200 CV ma unicamente nei tagli più potenti (250-280 CV), ed il 2.2 turbodiesel nella versione da 210 CV ancora non annunciata ufficialmente da Alfa Romeo. La gamma dei motori presenterà anche unità V6 ancora non presenti nel listino della Giulia. Ancora da valutare, invece, la realizzazione, comunque molto probabile, di una versione Quadrifoglio del nuovo D-SUV che potrebbe montare lo stesso motore della Giulia Quadrifoglio, il 2.9 V6 biturbo da 510 CV di derivazione Ferrari.

Per ora, in conclusione, non ci resta che attendere l’arrivo di ulteriori informazioni sul progetto. Come confermato da Alfa Romeo, il nuovo D-SUV dovrebbe debuttare in pubblico nel corso dell’ultimo quadrimestre dell’anno in corso. La presentazione ufficiale potrebbe, quindi, avvenire al Salone di Parigi di inizio ottobre o, al massimo, durante il Salone di Los Angeles di novembre. Per quanto riguarda l’arrivo sul mercato, ci aspettiamo un inizio della fase di commercializzazione programmato per il mese di marzo del 2017, subito dopo la vetrina internazionale del Salone di Ginevra. Continuate, quindi, a seguirci per tutti gli aggiornamenti sul nuovo modello di Alfa Romeo.
Fonte: Quattroruote

  • don vito

    Gia mascherata e bella si vede dalle proporzioni.