Toyota guarda ad Europa e Cina per i suoi veicoli ad idrogeno

Avatar photo
Toyota punterà su Cina ed Europa per diffondere le auto a idrogeno dato che negli USA la tecnologia non sembra decollare
Toyota

Toyota pare intenzionata a puntare ancora sulle auto a idrogeno. Questa tecnologia però al momento non sembra prendere piede negli Stati Uniti al contrario Toyota ha da poco tuttavia annunciato la strategia sull’elettrico. Dunque la casa automobilistica giapponese ha deciso di rivolgersi ad Europa e Cina per provare a lanciare la sua tecnologia. L’obiettivo è quello di arrivare a vendere oltre 200 mila veicoli ad idrogeno all’anno entro il 2030. Questo cambio di strategia è il primo da quando la casa automobilistica giapponese ha deciso di avviare la sua divisione separata dedicata all’idrogeno e formata da oltre 1.350 dipendenti nel tentativo di diffondere a livello globale la sua tecnologia delle celle a combustibile in numerosi suoi prodotti come generatori di energia e camion commerciali.

Strategia auto ad idrogeno di Toyota

Il fatto che Toyota abbia deciso di cambiare i suoi piani non sembra una cosa tanto strana se si considera che il produttore nipponico ha venduto poco più di 3.900 veicoli a celle a combustibile nel 2022. Ciò equivale a meno dell’1 per cento delle sue vendite globali totali di 9,5 milioni di veicoli. Passare da questa cifra a oltre 200 mila in soli 7 anni non sembra essere un’impresa semplice. La decisione di virare verso Europa e Cina dipende dal fatto che queste aree del mondo hanno già adesso una richiesta di auto ad idrogeno che è molto più elevata di quella degli Stati Uniti.

Toyota logo

I costi elevati e una rete estremamente limitata di stazioni di rifornimento rappresentano al momento i più grandi problemi per la diffusione di questa tecnologia dell’idrogeno. Questo sembra un vero peccato se si considera che questi veicoli possono essere riforniti di carburante quasi con la stessa rapidità delle auto con motore a combustione interna e hanno quasi la stessa autonomia, sebbene l’infrastruttura sia sempre stata il problema. Vedremo dunque che novità arriveranno a proposito di questa novità nel corso dei prossimi giorni.

Marca:    Argomento: 
Share to...