Tesla fa causa a due ex dipendenti per aver rivelato informazioni riservate

Avatar photo
La violazione dei dati di Tesla è stata rivelata il 10 maggio dal media tedesco Handelsblatt
Tesla Model S Plaid

Tesla ha intentato causa contro due ex dipendenti senza nome, accusandoli di una violazione della privacy dei dati che ha colpito più di 75.000 persone a seguito di “violazioni interne”. Secondo un comunicato dell’ufficio del procuratore generale del Maine visto da Bloomberg, un totale di 75.735 persone sono state colpite dalla violazione dei dati, inclusi nove residenti del Maine. Le persone sembrano essere attuali o ex dipendenti della casa automobilistica americana.

La violazione dei dati di Tesla è stata rivelata il 10 maggio dal media tedesco Handelsblatt

La violazione dei dati è stata rivelata il 10 maggio dal media tedesco Handelsblatt, che ha ottenuto 100 gigabyte di dati riservati da un informatore. Il giornale sostiene che oltre 23.000 file trapelati dimostrano che Tesla non è riuscita a proteggere adeguatamente i dati di clienti, dipendenti e partner commerciali. In una lettera del 18 agosto della casa americana che accompagnava la notifica di violazione dei dati, il produttore di auto elettriche ha riconosciuto come “un media straniero (denominato Handelsblatt) abbia informato Tesla il 10 maggio 2023 di aver ricevuto informazioni riservate.

“L’indagine ha rivelato che due ex dipendenti di Tesla si sono appropriati indebitamente delle informazioni in violazione delle politiche di sicurezza IT e di protezione dei dati del brand e le hanno condivise con i media”, ha affermato Tesla nella lettera alle persone interessate. La società ha inoltre precisato che Handelsblatt ha dichiarato che non intende pubblicare i dati personali, “e che in ogni caso è legalmente vietato utilizzarli in modo inappropriato”. I documenti trapelati, soprannominati “File Tesla”, includono informazioni sensibili come più di 100.000 nomi di dipendenti ex e attuali, numero di previdenza sociale del CEO Elon Musk, indirizzi e-mail personali, numeri di telefono, stipendi dei dipendenti, dettagli bancari dei clienti e dati personali. dettagli segreti della produzione.

Tesla

Tesla ha assicurato alle persone interessate che “non c’erano prove di un uso improprio dei dati in un modo che potesse causare danni”. Tenendo presente tutto ciò, la società ha offerto 12 mesi di servizio di monitoraggio del credito Experian IdentityWorks. La casa automobilistica consiglia inoltre ai propri utenti di prestare la massima attenzione contro possibili tentativi di phishing e di prestare la massima attenzione nel controllare gli estratti conto e la cronologia creditizia.

Marca:    Argomento: 
Share to...