Fisker, il clamoroso fallimento: dalla rivoluzione alla svendita di SUV elettrici

Ippolito V
Come c’è arrivata un’azienda che sembrava rivoluzionaria come Fisker? Adesso è tempo di grandi e sconcertanti svendite.
Fisker Ocean, il clamoroso fallimento

Il SUV elettrico Fisker Ocean ha rappresentato un vero e proprio incubo per il marchio americano. Il veicolo, infatti, era stato sommerso dalle critiche di proprietari e YouTuber del settore. L’azienda, recentemente, ha dichiarato bancarotta dopo il fallimento delle trattative per il salvataggio dell’azienda grazie all’aiuto di un importante produttore automobilistico. Dopo il fallimento, cosa resta?

Fisker Ocean, il clamoroso fallimento

Fisker ha deciso di vendere le restanti unità dell’Ocean a una società di leasing a un prezzo speciale. Senza troppi giri di parole, l’azienda sta operando una svendita totale. Secondo Car and Driver, Fisker ha concluso un accordo con American Lease, un’azienda di New York che noleggia veicoli. Pare che Fisker venderà le 3.231 unità disponibili a prezzi variabili tra 2.500 e 16.500 dollari ciascuna, in base alle condizioni dei veicoli. Una sconcertante notizia e una fine non proprio onorevole per quella che sembrava essere arrivata come una (nuova) rivoluzione americana.

L’azienda americana sostiene di avere 2.711 nuovi SUV in “buono stato di funzionamento” e che questi saranno venduti al prezzo più alto possibile, rappresentando un po’ di respiro finanziario in una situazione davvero problematica. Se la vendita di questo lotto sarà autorizzata dal tribunale, l’azienda potrà pagare almeno stipendi e diverse tasse.

Per capire il “crollo” e la portata della svalutazione, basta considerare che la versione di punta, la Ocean Extreme, era stata messa in vendita a 70.000 dollari, mentre il modello base, la Sport, partiva da 40.000 dollari, ridotti poi a 14.000 nel tentativo di evitare il fallimento (letteralmente) a tutti i costi.

Fisker Ocean, il clamoroso fallimento

Nel 2023, Fisker ha prodotto poco più di 10.000 unità dell’Ocean (meno di un quarto di quanto aveva previsto) e ne ha consegnate solo 4.700. L’azienda americana si unisce alla lista di startup di auto elettriche fallite, come la tedesca Sono Motors e l’americana Lightyear. Come c’è arrivata un’azienda che sembrava rivoluzionaria come Fisker? Alti tassi di interesse, costi elevati di commercializzazione e distribuzione, una domanda di veicoli elettrici inferiore alle aspettative e numerosi problemi tecnici al SUV elettrico di punta.

Fisker Ocean, il clamoroso fallimento

Oltre alle diverse opinioni negative ricevute sul SUV elettrico, alcune provenienti da influencer e giornalisti di punta, si aggiunge l’indagine avviata dalla National Highway Traffic Safety Administration (NHTSA) che riguardava alcuni incidenti e falle sulla sicurezza dell’Ocean. Un clamoroso crollo in pochi anni dal bagliore iniziale.

Marca:    Argomento: 
Share to...