in

FCA Kragujevac: i dipendenti lavoreranno solo a chiamata

Zoran Markovic, numero uno del sindacato ha affermato che in futuro i dipendenti di FCA lavoreranno solo a chiamata

FCA Serbia

Il presidente del sindacato indipendente di Fiat Chrysler Automobiles Serbia, Zoran Markovic, ha affermato che, in futuro, i dipendenti di FCA lavoreranno solo a chiamata e ha aggiunto che “ciò non significa la fine della fabbrica della Fiat a Kragujevac “. Markovic ha detto a una stazione televisiva di Kragujevac che la direzione di FCA ha informato i suoi dipendenti che il Ministero dell’Economia aveva autorizzato il produttore italiano a mandare lavoratori in ferie retribuite fino alla fine di quest’anno e a partire dal 17 giugno.

“I lavoratori continueranno a venire a lavorare a chiamata, poiché la direzione dell’azienda ha deciso di produrre veicoli solo in linea con la domanda globale”, ha affermato il presidente del sindacato. “Questo non significa la fine della fabbrica di FCA ed è incomparabile con il caso della ex fabbrica di automobili di Zastava. Durante il congedo retribuito, i lavoratori riceveranno il 65 per cento del salario medio negli ultimi 12 mesi “, ha detto Markovic.

Ha continuato dicendo che i lavoratori di FCA erano “abbastanza spaventati” perché leggevano le informazioni fuorvianti sui social media che dicevano che la fabbrica sarebbe stata chiusa fino alla fine dell’anno. “È vero che, in conformità con le leggi vigenti, il datore di lavoro ha il diritto di imporre ai lavoratori 45 giorni di ferie retribuite e che Fiat ha richiesto giorni aggiuntivi di ferie retribuite, pari a un massimo di 87 giorni. Ma la produzione procederà secondo la domanda “, ha spiegato Markovic.

Alla domanda se questo potesse essere interpretato nel senso che i dipendenti della FCA avrebbero lavorato solo due o tre giorni alla settimana, Markovic ha risposto che quello era lo “scenario peggiore”. Ha aggiunto che “l’allarme è partito per la fabbrica FCA di Kragujevac un anno e mezzo fa” e tutti stavano aspettando la produzione di un nuovo modello da avviare per risolvere i problemi attuali. I colloqui tra il governo serbo e la compagnia stanno andando verso una direzione positiva ed entrambi hanno il desiderio e l’intenzione che il gruppo italo americano continui a guidare l’economia serba. Credo e spero che Fiat Chrysler possa rimanere a Kragujevac per molto tempo “, ha aggiunto Markovic.