in

Fiat Chrysler Automobiles potrebbe fondersi con Volkswagen, secondo il quotidiano Avvenire

Nuova ipotesi di fusione tra Fiat Chrysler Automobiles e Volkswagen

Fiat Chrysler Automobiles fusione Volkswagen Avvenire

Nelle ultime ore, il quotidiano Avvenire ha pubblicato un’interessante notizia che riguarda il mondo dei motori e della finanza. In particolare, Volkswagen, una delle società automobilistiche più affermate nel settore motoristico, potrebbe decidere di assorbire Fiat Chrysler Automobiles nel corso del 2019. Il futuro della società automobilistica italo-americana di Sergio Marchionne è stata più volte messa in discussione dalle ultime indiscrezioni.

Inizialmente si parlava di una possibile fusione con General Motors che è stata in seguito smentita da Mary Barra, amministratore delegato dell’azienda americana. Questa estate addirittura si era parlato della possibile cessione totale o parziale di FCA al gruppo cinese Great Wall Motor. Nelle ultime ore, invece, il quotidiano Avvenire ha rivelato che Volkswagen potrebbe acquisire Fiat Chrysler Automobiles.

Fiat Chrysler Automobiles fusione Volkswagen Avvenire

Volkswagen: ritorna l’ipotesi della possibile fusione con Fiat Chrysler Automobiles

Tuttavia, questa non è la prima volta che sentiamo parlare di una possibile unione fra le due società. Lo scorso anno, infatti, il numero uno del gruppo automobilistico italo-americano ipotizzava una aggregazione con l’azienda tedesca quando si diffuse la notizia che PSA aveva acquistato Opel da General Motors. Sempre secondo il quotidiano, la fusione porterebbe anche alla sostituzione dell’attuale AM, ossia Sergio Marchionne.

Più nello specifico, l’articolo pubblicato da Avvenire sostiene che Luca De Meo, il presidente corrente di Seat (uno dei brand che fa parte di Volkswagen), potrebbe prendere il posto di Marchionne in caso di fusione. Il manager italiano vanta un curriculum molto interessante poiché nella sua carriera ha lavorato in Abarth, Lancia e Alfa Romeo, oltre ad essere stato CEO di Fiat nel periodo in cui fu lanciata la nuova Fiat 500.

Fiat Chrysler Automobiles fusione Volkswagen Avvenire

L’acquisizione potrebbe permettere a Volkswagen di riconquistare il primato come primo produttore globale dopo essere stato superato dal gruppo nipponico-francese che include i brand Renault, Nissan e Mitsubishi. Grazie agli stabilimenti Jeep ed FCA, presenti negli Stati Uniti, inoltre, la casa automobilistica di Wolfsburg potrebbe rafforzare la presenza del brand nel mercato americano dato che proprio questo rappresenta una delle strategie di primaria importanza per la società tedesca.

L’accordo fra le due parti potrebbe concludersi nel momento in cui Sergio Marchionne lascerà il posto di CEO. Proprio in questa occasione potremmo vedere l’unione fra Fiat Chrysler Automobiles e Volkswagen.