in ,

Incidenti 2019 per alcol e droga in Italia: mistero

L’Istat non può raccogliere i dati. C’è solo una piccola sperimentazione

incidente-stradale

Orribili i dati Aci-Istat 2019 sugli incidenti in Italia. Fra le varie cause di queste cifre inguardabili, c’è il fatto che il nemico non lo si conosce a sufficienza. Infatti, dell’alcol si sa pochissimo. A tale riguardo, l’Istat dice che dal 2009 ha scelto di sospendere la diffusione dei dati sugli incidenti stradali dovuti allo stato psicofisico alterato (stato di ebbrezza e uso di sostanze stupefacenti e psicotrope). Così, sugli incidenti 2019 per alcol e droga in Italia c’è il mistero.

Incidenti 2019 per alcol e droga in Italia: parola all’Istat

La fornitura all’Istat di tale informazione da parte degli organi di rilevazione appare non esaustiva. Conduce a valori del dato sottostimati. Veniva fuori che il 2% di incidenti con feriti è dovuto ad alcol o droga. Quando i rilievi mondiali parlando di un 30%.

Il Codice della Strada prevede la possibilità di rifiuto, da parte dei conducenti coinvolti, di sottoporsi agli accertamenti sullo stato psico-fisico. Paghi una supermulta di 2.500 euro e via. Quanti rifiutano? Questa informazione non è inviata all’Istat.

Il test alcol su numeri molti piccoli

Come rimediare? Sono rese disponibili le violazioni del Codice della strada, contestate da Polizia stradale, Carabinieri e Polizie Locali. C’è una sperimentazione su dati riferiti alle violazioni.

Da tali fonti risulta che su un totale di 58.872 incidenti con lesioni rilevati da Carabinieri e Stradale, sono stati 5.117 quelli con almeno uno dei conducenti dei veicoli coinvolti in stato di ebbrezza e 1.882 quelli sotto l’effetto di stupefacenti. L’8,7% e il 3,4% degli incidenti rilevati da Carabinieri e Polizia Stradale nel complesso, è correlato quindi, rispettivamente, ad alcol e droga. Siamo lontanissimi dal 30% attendibile e molto più veritiero.

I controlli effettuati dalle Polizie Locali con etilometro o precursore hanno dato esito positivo nel 7,4% dei casi, quelli per alterazione da uso di droga nel 6,9%. Polizie che devono fare i conti con difficoltà procedurali incredibili, ancor più adesso che il Covid imperversa.