in

Fiat Chrysler: in Italia crescono le immatricolazioni nel settore delle flotte

Fiat Chrysler
Fiat Chrysler

Il 2016 è stato un anno molto positivo per Fiat Chrysler in Italia per quanto concerne il mercato delle flotte. Infatti tutti i brand del gruppo italo americano diretto dal numero uno Sergio Marchionne hanno visto crescere le immatricolazioni in questo particolare settore del mercato. Fiat ad esempio è cresciuta del 17 per cento rispetto al 2015, Lancia, del 16,6 per cento, Jeep del 35 per cento, Alfa Romeo, del 19,2 per cento Abarth, del 25,2 per cento, Maserati  del 51,2 per cento e Ferrari del 49 per cento. Ovviamente di questi risultati è assai soddisfatto Fleet & business sales director FCA Italy, Alessandro Grosso.

Fiat Chrysler: Alfa Romeo Giulia e Fiat Tipo fanno crescere il gradimento nel segmento delle flotte

Il dirigente nel corso di un’intervista rilasciata a Quattroruote.it racconta che nel 2016 Fiat Chrysler ha cercato di prestare maggiore attenzione al mercato delle flotte. Vi è stata una particolare attenzione nell’inserimento delle nuove vetture in questo particolare settore. Il manager si riferisce ovviamente alle nuove Alfa Romeo Giulia e Fiat Tipo.

Due vetture che hanno dato un grosso contributo nella crescita delle vendite di FCA nel settore delle flotte, essendo state inserite nella gamma di moltissime aziende in Italia. In particolare la berlina del Biscione è stata inserita da oltre 300 aziende su 400 medio grandi che ci sono in Italia. Merito di questo successo è dovuto  anche al fatto di aver previsto nella gamma della berlina di segmento ‘D’ anche delle versioni specificatamente previste per questo settore come la Business e la Business Sport. 

Leggi anche: Alfa Romeo Stelvio First Edition: a gonfie vele le ordinazioni

Alfa Romeo Giulia Business Advanced Efficency
Alfa Romeo Giulia Business Advanced Efficency

Leggi anche: Dodge Grand Caravan 2017: Fiat Chrysler Messico punta forte sui minivan

Insomma Alessandro Grosso, Fiat Chrysler nel settore delle flotte, ha voluto giocare d’anticipo e per questo è stata premiata dal mercato. Questo risultato è stato anche merito dei test drive messi a disposizione dei clienti prima dell’acquisto delle vetture che sicuramente hanno spinto molti a scegliere le vetture del gruppo italo americano. Nel 2017 l’obiettivo di FCA è quello di fare ancora meglio in questo particolare settore del mercato. Questo risultato dovrebbe essere facilmente raggiunto anche per via dell’ingresso sul mercato di due modelli destinati ad avere un certo peso anche nel segmento delle flotte: Alfa Romeo Stelvio e Jeep Compass. 

Ovviamente il merito della crescita di Fiat Chrysler in questo settore dipende anche dalle dotazioni sempre più complete che le sue vetture garantiscono sia in termini di sistemi di sicurezza e assistenza alla guida sia dal punto di vista dell’infotainment. Tutte cose ovviamente che ormai sono considerati come fondamentali nella scelta del veicolo anche a livello aziendale. Infine il dirigente non esclude che nel futuro delle flotte vi possa essere spazio anche per auto elettriche e ibride, ma prima che questo avvenga in maniera sistematica si dovrà aspettare ancora qualche anno.

Jeep Wrangler rimane molto popolare tra gli appassionati di auto cinesi

Fiat Chrysler Automobiles

Fiat Chrysler Automobiles pubblicherà domani i risultati del 2016