in

Fiat, Abarth e Jeep: ottimi risultati di vendita in Giappone nel 2016

Dopo aver analizzato i risultati di vendita nel 2016 in tutti i principali mercati internazionali, dall’Europa al Nord America, oggi ci soffermiamo sul Giappone che, per il mondo delle quattro ruote occidentale, rappresenta un mercato davvero molto particolare dove le auto d’importazione presentano prezzi decisamente più alti del normale e rientrano, di fatto, nel settore premium.

Nel 2016, in Giappone Fiat ha fatto registrare una crescita del +11.4% con un totale di 6.717 unità vendute mentre Jeep ha raggiunto quota  9.392 con una crescita percentuale del +31%. Molto bene anche Abarth che con più di 1800 unità vendute cresce del 26,2% rispetto al 2015. In attesa del debutto sul mercato dell’Alfa Romeo Giulia e del SUV Stelvio, il marchio Alfa Romeo si ferma a poco meno di 1800 unità vendute con un calo percentuale del -24%.

Il mercato delle auto d’importazione in Giappone presenta volumi tutto sommato limitati ma considerando il carattere premium di tutti i modelli commercializzati e prezzi decisamente più alti rispetto ad altri mercati per le case costruttrici rappresenta comunque un’area strategica. I risultati di FCA, che come visto in precedenza fa registrare una crescita in doppia cifra con Fiat, Jeep e Abarth, fanno davvero ben sperare per il futuro del gruppo che nel 2016 ha accorciato le distanze rispetto ai marchi premium tedeschi.

Tiziana Alamprese, responsabile del marketing FCA in Giappone, ha evidenziato gli ottimi risultati del gruppo sul mercato nipponico: “Il mercato delle auto di importazione è una piccola fetta della grande torta, ma è quella con una concentrazione massima di ciliegine. Le vetture di importazione non solo costano mediamente il 30% in più rispetto ai prodotti domestici equivalenti, posizionandosi di fatto in una fascia cosiddetta “premium”, ma simboleggiano anche una scelta di apertura verso culture automobilistiche estere ed esprimono in maniera estremamente visibile, sulle strade di tutti i giorni, la scelta di uno stile di vita spesso identificabile con il Paese di origine”.

Leggi anche: Fiat domina il segmento A in Europa nel 2016 con Panda e 500

Grazie a modelli di nicchia ma dal grande fascino, come la 124 Spider nelle versioni Fiat e Abarth, a nuove star del mondo delle quattro ruote come l’Alfa Romeo Giulia e lo Stelvio, a modelli iconici come la 500 ed agli immancabili SUV di casa Jeep, anche nel 2017 il gruppo FCA punta a mettere insieme importanti risultati di vendita in Giappone. Staremo a vedere nel corso dei prossimi mesi come si evolveranno le cose.

Donald Trump

Fiat Chrysler: oggi Donald Trump incontrerà Sergio Marchionne

Fiat Chrysler

Fiat Chrysler: immatricolazioni in crescita anche in Estremo Oriente