in

Fiat Chrysler: rimane primo partner di Google per l’auto a guida autonoma

Fiat Chrysler
Fiat Chrysler

Nelle scorse ore Google pare aver abbandonato l’idea di realizzare da sola una nuova auto a guida autonoma. Questo però non significa che il colosso del web abbandonerà il settore ma semplicemente che metterà la sua tecnologia a disposizione di un’altra azienda che avrà il compito di realizzare l’automobile a guida autonoma. In tutto ciò ricordiamo che Fiat Chrysler, che diversi mesi fa ha sancito un accordo di collaborazione con Google,sembra essere in pole position per poter beneficiare dell’aiuto di Google nello Sviluppo di questa tecnologia che secondo gli addetti ai lavori potrebbe essere quella che cambierà tutto nel settore auto.

Fiat Chrysler: rimane primo partner per Google

Nel frattempo Google ha fondato una nuova azienda che si chiama Waymo e sarà la prima società che entro un anno porterà negli USA una nuova flotta di taxi a guida semi autonoma. Anche per questa nuova società è facile ipotizzare che Fiat Chrysler sarà il primo partner e potrebbe contribuire alla realizzazione della flotta di taxi che verranno impiegati per questa attività di Car Sharing a cui Google pare si voglia dedicare. Waymo punterà fondamentalmente a creare il software giusto per garantire che la vettura possa diventare a guida autonoma o quasi ma spetterà a qualcun altro però fornire l’auto.

Leggi anche: Maserati Ghibli e Quattroporte: nuovo richiamo questo mese

Google e Fiat Chrysler
Google e Fiat Chrysler

Leggi anche: Alfa Romeo Giulia Veloce: sulle nevi di Courmayeur per la “Giulia Winter Emotion”

Fiat Chrysler sta lavorando a un nuovo prototipo di automobile basata sul minivan Chrysler Pacifica.In questa maniera Google punta a fare concorrenza ad aziende del calibro di Uber e Tesla. Anch’esse infatti puntano ad inserirsi in questo settore che in futuro potrebbe diventare molto importante forse addirittura più della stessa industria automobilistica come ipotizza qualcuno. Proprio per questo motivo il gruppo diretto da Fiat Chrysler Automobiles non vuole farsi trovare impreparato e dunque offre tutta la sua disponibilità a collaborare su questo nuovo progetto.

 

Alfa Romeo Giulia Veloce

Alfa Romeo Giulia Veloce: sulle nevi di Courmayeur per la “Giulia Winter Emotion”

Bollo auto

Bollo auto: ACI multata dall’Antitrust per rincaro a chi pagava con carta