in

Finora Fiat Chrysler non ha interrotto la produzione in Italia

Finora Fiat Chrysler non ha interrotto la produzione in Italia a seguito di un focolaio di coronavirus nel paese e sta per riavviare le operazioni nel suo stabilimento serbo

Fiat Chrysler Automobiles esperti ibrido Melfi

Finora Fiat Chrysler non ha interrotto la produzione in Italia a seguito di un focolaio di coronavirus nel paese e sta per riavviare le operazioni nel suo stabilimento serbo. Lo ha detto martedì il capo europeo Pietro Gorlier. I casi di coronavirus in Italia, il paese più colpito in Europa, sono saliti a oltre 280 martedì, con sette morti. Il direttore operativo della regione EMEA Pietro Gorlier, intervenendo durante un evento presso lo stabilimento della FCA a Pomigliano d’Arco, vicino a Napoli, dove viene prodotta la city car Fiat Panda, ha dichiarato che la casa automobilistica sta monitorando attentamente la situazione, secondo quanto riportato dai media locali.

“Fino a una settimana fa abbiamo gestito principalmente la parte cinese della crisi, che in pratica siamo riusciti a superare”, ha riferito Gorlier. “Chiaramente ci sono aggiornamenti ogni giorno e stiamo monitorando la situazione in Italia. Siamo fiduciosi che riusciremo a superare questi problemi. Al momento non abbiamo interruzioni e riavvieremo anche la produzione in Serbia, che avevamo rinviato”, ha dichiarato Gorlier.

Il portavoce ha dichiarato che la produzione in Serbia riprenderà giovedì. Il gruppo all’inizio di questo mese ha dichiarato di aver temporaneamente sospeso la produzione nello stabilimento serbo in risposta alla carenza di alcuni componenti provenienti dalla Cina, la prima sospensione di questo tipo da parte di una casa automobilistica in Europa. La scorsa settimana Fiat Chrysler ha riavviato la produzione negli impianti che utilizza in Cina attraverso la sua joint venture con Guangzhou Automobile Group (GAC). Gorlier ha anche affermato che la casa automobilistica ha pianificato di iniziare a produrre Alfa Romeo Tonale, il nuovo SUV compatto Alfa Romeo, a Pomigliano nella seconda metà del prossimo anno.

Ti potrebbe interessare: Ferrari adotta misure per combattere l’epidemia di coronavirus in Italia