Alfa Romeo Giulia, informazioni a tre mesi dal debutto

di -
Alfa Romeo Giulia

Mancano giusto tre mese al debutto della nuova Alfa Romeo Giulia, la nuova berlina di segmento D che rappresenta, senza alcun ombra di dubbio, il modello più atteso di casa Alfa Romeo degli ultimi anni. La nuova Alfa Romeo Giulia, il cui nome, è bene sottolineare, non è ancora ufficiale, sarà infatti svelata nel corso di una manifestazione speciale organizzata dalla casa italiana il prossimo 24 di giugno al Museo di Arese.Alfa Romeo Giulia

Tra tre mesi, quindi, prenderà in via ufficiale il piano di rilancio del marchio che, partendo dalla nuova Alfa Romeo Giulia, mira a raggiungere il target di 400 mila unità vendute in tutto il mondo dopo un 2014 che si è chiuso a circa 60 mila esemplari distribuiti. La nuova Giulia sarà, come detto, il primo passo di un programma di crescita e rinnovamento, che comporterà un riposizionamento del brand all’interno del mercato premium, in diretta concorrenza con i marchi tedeschi come BMW e Mercedes, e che porterà al debutto diversi modelli inediti. Subito dopo l’Alfa Romeo Giulia arriverà, a distanza di pochi mesi, il primo SUV del marchio, basato sulla stessa piattaforma della berlina, a cui seguiranno la nuova generazione dell’Alfa Romeo Giulietta, che potrà contare sulla trazione posteriore, la versione wagon della Giulia ed altri modelli di fascia alta compreso un SUV di dimensioni maggiori rispetto al precedente ed una nuova ammiraglia. Alfa Romeo Giulia

Senza andare troppo avanti nel tempo, ciò che per ora sappiamo della nuova Alfa Romeo Giulia è davvero poco. Alfa Romeo, infatti, sta mantenendo il massimo riserbo sul progetto. I test effettuati dalla vettura sono sempre stati caratterizzati da muletti pesantemente camuffati ed il design della nuova berlina, nonostante i tantissimi rendering, appare ancora un mistero. Alfa Romeo Giulia

Dal punto di vista tecnico, invece, la nuova Alfa Romeo Giulia sarà basata sulla piattaforma a trazione posteriore Giorgio che rappresenta uno dei punti di forza del progetto di crescita del marchio. Naturalmente, come confermato a Ginevra dal CEO di Alfa Harald Wester, la nuova berlina sarà realizzata anche in diversi varianti a trazione integrale che rappresentano una scelta obbligata per poter espandere il marchio in Nord America ed, in particolare, negli stati americani dove il clima è più rigido e la trazione integrale quasi un obbligo. Alfa Romeo Giulia

Dei motori della nuova Alfa Romeo Giulia abbiamo parlato spesso ma, purtroppo, per il momento possiamo fare unicamente delle ipotesi. La nuova berlina di Alfa Romeo potrà contare su di una vasta gamma di motorizzazioni che dovrebbe comprendere, tra le varie unità, un 2.2 litri turbodiesel da circa 210 CV, commercialmente importantissimo per l’Europa, ed un 3.3 V6 da circa 400 CV, di fabbricazione Ferrari, che dovrebbe rappresentare una delle proposte top di gamma. L’appuntamento con la nuova Alfa Romeo Giulia, in ogni  caso, è fissato per il prossimo 24 di giugno quando la nuova berlina farà il suo debutto in pubblico ad Arese. Il debutto commerciale, invece, dovrebbe essere fissato per l’autunno prossimo, nelle settimane che seguiranno il Salone di Francoforte di settembre dove la Giulia sarà una delle protagoniste.

  • È una goduria solo a vedere le foto che immagino siano prototipi o almeno simili all’originale

    • Davide Raia

      sono rendering, l’originale la tengono ben nascosta purtroppo

    • jonathan

      Purtroppo sono rendering fatti da gente che con alfa non centra nulla…solo pura fantasia di persone normali:(

  • Lorenzo

    Rilanciate anche lancia