Fiat Melfi: nuovi operai, aumento busta paga e navi pronte a salpare

FCA boom: Grimaldi compra 5 navi per trasportare auto in USA

Alle 8 di questa mattina sono stati aperti i cancelli dello stabilimento di Melfi del gruppo Fiat-FcaTrecento i nuovi lavoratori assunti attraverso contratto interinale a seguito della maggiore produzione per i modelli della Jeep Renegade e della Fiat 500X.

I lavoratori si sono presentati all’ingresso C della fabbrica ed alcuni giovani (parecchi ventenni), erano accompagnati dai genitori.

Nel corso della settimana di lavoro, i trecento nuovi assunti saranno impegnati in un corso di formazione per poi essere impiegati direttamente nella linea di produzione.

Dai prossimi giorni inoltre gli operai della fabbrica Fiat di Melfi lavoreranno mezz’ora in più al giorno, con la retribuzione pagata come straordinario.

La pausa mensa a Melfi sarà spostata di mezz’ora.

È quanto emerso a seguito dell’incontro fra la direzione aziendale e le sigle sindacali (Fim, Uilm, Fismic, Ugl e Quadri) che hanno firmato il contratto Fiat.

Grazie alla mezz’ora di lavoro in più al giorno, si dovrebbe riuscire a produrre circa cinquanta veicoli per sei giorni a settimana. Le buste paga per i lavoratori saranno più ricche, anche grazie ai tre sabati di straordinario concordati.

Occorre comunque sottolineare che l’incremento dell’orario del lavoro è soltanto provvisorio, in attesa del completamento delle mille assunzioni previste.

La produzione sarà portata ai massimi livelli consentiti, con circa 400 vetture per turno fra Jeep Renegade e Fiat 500X, a cui si aggiungeranno anche le Fiat Punto.

Il motivo di tale incremento è “riempire” le stive delle navi Grimaldi che salperanno dal porto di Salerno e permetteranno alle Renegade ed alle 500 di sbarcare in Nord America.

Un aumento della produzione così massiccia che in Fiat non si registrava da tantissimo tempo.