Alfa Romeo Giulia è una berlina che nonostante siano trascorsi ormai molti mesi dalla sua presentazione e anche dalla successiva uscita sul mercato continua a rimanere sulla bocca di molti. L’automobile che rappresenta il nuovo corso del Biscione nel mondo dei motori infatti si accinge a sbarcare negli Usa dopo aver conquistato l’Europa, come dimostrano i dati di vendita di ottobre pervenuti negli scorsi giorni.

Oggi però vi vogliamo parlare di alcune foto insolite che mostrano come la nuova berlina del Biscione sebbene sia già uscita sul mercato, porti avanti ulteriori test. Questi sono stati effettuati probabilmente con l’obiettivo di sperimentare nuovi dispositivi antinquinamento, che possano rendere la berlina di segmento ‘D’ un’auto sempre al passo coi tempi anche da questo punto di vista.

Alfa Romeo Giulia: nuove immagini dispositivo analisi gas di scarico

Le foto spia di cui vi stiamo parlando, sono apparse negli scorsi giorni su Facebook, pubblicate da Gabetz Spy Unit, non nuovo a questi scoop inerenti la nuova Alfa Romeo Giulia. Ovviamente le immagini lasciano aperti numerosi interrogativi non si capisce con esattezza di cosa si tratti. Molto probabilmente come vi abbiamo anticipato poc’anzi si dovrebbe trattare della sperimentazione di nuovi dispositivi antinquinamento. Questa sembrerebbe l’ipotesi più plausibile dando un primo veloce sguardo a queste fotografie. Un’ipotesi che lo stesso autore delle foto ritiene come la più probabile.

Leggi anche: Dodge Challenger su base Alfa Romeo Giulia: i fan delusi dai ritardi

Alfa Romeo Giulia nuovi sistemi antinquinamento
Alfa Romeo Giulia: si testano nuovi sistemi antinquinamento

Leggi anche: Alfa Romeo Stelvio 2016: foto inedite degli interni del nuovo suv

Si completa la gamma e crescono le consegne

Alfa Romeo Giulia nel frattempo continua ad essere protagonista. Dal giorno del suo sbarco sul mercato le vendite della casa del Biscione si sono impennate un po’ in tutti i mercati e le prospettive per i prossimi mesi sono ancora più incoraggianti visto e considerato che la gamma della berlina mano mano viene completata con l’arrivo di nuove varianti. Ultima in ordine di tempo Alfa Romeo Giulia Veloce, mostrata in anteprima al Salone auto di Parigi di ottobre e ordinabile in Europa da qualche settimana. Questo modello dovrebbe contribuire a far crescere ulteriormente le consegne di questo veicolo.

Nel 2017 lo sbarco in Cina

Tra poche settimane Alfa Romeo Giulia sarà ordinabile anche negli Usa, dove i primi 100 esemplari di Quadrifoglio sono già sbarcati nel porto di Baltimora e testati dai giornalisti specializzati. Poi nel 2017 sarà il momento dello sbarco in Australia e in Cina, mercati considerati fondamentali al pari degli Usa per il definitivo successo commerciale di una berlina con cui dovrebbe avere inizio il rilancio del brand italiano di Fiat Chrysler Automobiles.

 

  • don vito

    Testano il inquinamento reale….per il sbarco in USA.

  • moraldi

    speriamo bene…..