Fiat Chrysler: la concessionaria Jeep incolpa Anton Yelchin della sua morte

di -
Fiat Chrysler Automobiles
Fiat Chrysler Automobiles

AI genitori di Anton Yelchin è stato detto da una concessionaria Fiat Chrysler Automobiles che era del figlio scomparso la colpa della sua prematura scomparsa, a causa dell’uso improprio o di un’errata applicazione del suo veicolo. La risposta arriva dopo la causa intentata da Viktor e Irina Yelchin, il cui figlio di 27 anni, è stato ucciso quando una Jeep Grand Cherokee è andata indietro e lo ha schiacciato. La morte del noto attore che ha recitato anche in Star Trek è avvenuta nello scorso mese di giugno 2016. I genitori dello scomparso attore hanno intentato una causa nei confronti della società dell’amministratore delegato Sergio Marchionne.

La concessionaria di Fiat Chrysler rispedisce le accuse al mittente

Secondo TMZ , la concessionaria di Valencia,  ha chiesto al giudice di far cadere la querela, sostenendo che loro non dovrebbero essere ritenuti responsabili per la sua morte. Il sito di gossip delle celebrità ha aggiunto che i documenti legali del commerciante hanno tentato di suggerire che Yelchin avesse danneggiato il SUV apportando modifiche ad esso dopo l’acquisto. La società ha inoltre accusato i genitori di non riuscire a conservare il veicolo come era al momento dell’incidente.

Fiat Chrysler aveva richiamato anche la Jeep Grand Cherokee di Yelchin

Nel mese di aprile, Fiat Chrysler ha richiamato 1,1 milioni di veicoli, tra cui  le Jeep Grand Cherokee vendute nel 2015, tra queste vi era anche quella che ha ucciso Yelchin, a causa di un problema al freno a mano. Al momento del richiamo, la società ha ammesso che vi erano stati 41 incidenti a causa del problema. I genitori di Yelchin hanno intenzione di continuare la lotta per la giustizia per il figlio e per la sicurezza degli altri.

Leggi anche: Alfa Romeo Giulia e Pirelli Cinturato P7: 2 eccellenze italiane si incontrano

Fiat Chrysler nei guai
Fiat Chrysler nei guai: I genitori di Anton Yelchin pronti a citare in giudizio Fiat Chrysler per omicidio colposo

Leggi anche: Fiat Chrysler nei guai per la morte di Anton Yelchin

La famiglia però va avanti per fare giustizia al figlio

“Con dolore incredibile, abbiamo deciso di venire qui per impedire che altre famiglie possano vivere la stessa tragedia”, ha detto Viktor Yelchin nel corso di una conferenza stampa dopo la presentazione della querela nel mese di agosto. “Anton è stato il nostro unico figlio, un ragazzo davvero splendido, che ha lasciato un ricordo indelebile in tutte le persone che lo hanno conosciuto. E’ una cosa contro natura quando un genitore deve seppellire il proprio figlio “