Fusione FCA-GM, per Marchionne i posti di lavoro sono al sicuro

di -
Sergio Marchionne

Nonostante il comunicato ufficiale di General Motors che ha confermato la volontà di non dar vita ad una fusione con Fiat Chrysler Automobiles in futuro, l’amministratore delegato di FCA Sergio Marchionne continua per la sua strada e, pubblicamente, conferma l’interesse per un’alleanza con il gruppo americano evidenziando la volontà di continuare a seguire questa strada. Marchionne si mostra incredibilmente deciso e convinto che da una fusione tra FCA e GM potrebbe davvero nascere il principale gruppo aziendale del mondo automotive, una realtà che non avrebbe concorrenti e che potrebbe realmente comportare un radicale mutamento negli equilibri del mercato delle quattro ruote. Uno degli aspetti principali legati alla fusione con General Motors sottolineati da Marchionne in questi giorni è rappresentato dall’impatto che questo radicalmente cambiamento porterà sui posti di lavoro di FCA e GM. Secondo Marchionne, infatti, dalla possibile fusione tra le due aziende potrebbero nascere soltanto un processo di crescita con rischi praticamente nulli per i lavoratori e gli impianti di produzione di FCA che, almeno in Italia, stanno faticosamente tornando in piena attività in questi mesi dopo anni di cassa integrazione. Ecco quanto dichiarato da Sergio Marchionne sull’argomento “In aprile ho chiarito che le implicazioni di una possibile unione di quel tipo avrebbe un effetto pari a zero sulle infrastrutture produttive delle due società. General Motors resta il partner ideale per noi. Rappresentiamo per loro un’alternativa non facilmente replicabile

Il pensiero di Sergio Marchionne appare oramai del tutto chiaro e, di settimana in settimana, nuove dichiarazioni non fanno altro che confermare quella che appare una volontà solida e decisa. L’amministratore delegato di FCA ha intenzione di continuare per la sua strada con l’obiettivo di portare a termine, in futuro, la fusione tra Fiat Chrysler Automobiles ed il colosso americano General Motors. Per ora, quindi, non ci resta che attendere l’arrivo di ulteriori informazioni e indiscrezioni in merito a questa questione. Probabilmente, nuovi aggiornamenti arriveranno già nel corso delle prossime ore o, al massimo, nel corso dei prossimi giorni. Non esitate a farci sapere il vostro pensiero commentando l’articolo tramite il box disponibile qui di sotto o dalla nostra pagina Facebook ufficiale.