FCA: Confermate ufficialmente 1000 nuove assunzioni entro fine 2015

di -
fca melfi

Il progetto di crescita di FCA in Italia continua e, passo dopo passo, arrivano notizie sempre più positive per i lavoratori degli stabilimenti dell’azienda nel nostro paese e, più in generale, per l’economia italiana. Nella giornata di oggi, infatti, FCA ha comunicato in via ufficiale l’intenzione di assumere, entro fine anno, almeno altri 1000 dipendenti in Italia. 

In particolare, 600 di questi nuovi assunti saranno riservati allo stabilimento di Melfi che, al momento, rappresenta a tutti gli effetti il centro delle operazioni di FCA nel paese. A Melfi, infatti, la Fiat 500X e la Jeep Renegade stanno dando notevoli soddisfazioni con risultati di vendita decisamente positivi in Italia ed in Europa. Per la Renegade, inoltre, arrivano ottime notizie anche dagli Stati Uniti dove il crossover compatto sta mettendo insieme risultati di vendita decisamente importanti per il suo segmento di mercato. Ricordiamo, inoltre, che nei prossimi mesi, come anticipato da diversi rumors, a Melfi potrebbe nascere le due varianti, basate su di una versione a passo allungato della piattaforma Small Wide, della 500X, che per ora è nota con il nome 500XL, e della Renegade. Grazie a questi due veicoli ed alla crescente domanda di crossover compatti in Europa, la produzione a Melfi è destinata ad aumentare in modo notevole e, come confermato da Alfredo Altavilla, responsabile di FCA per l’Europa, l’azienda regolarizzerà a tempo indeterminato tutti i 1.500 dipendenti assunti a Melfi. Una notizia estremamente positiva. I primi 250 nuovi assunti a Melfi dovrebbero entrare in attività già entro la fine del mese di giugno. Per lo stabilimento lucano, l’obiettivo è rappresentato dal target delle 1200 vetture prodotte giornalmente.

Nuovi assunti sono previsti anche in altri stabilimenti come Sevel e Verrone mentre circa 100 nuovi giovani dipendenti saranno inseriti a Cassino e Termoli per potenziare le risorse umane impegnate nel progetto di crescita di Alfa Romeo che prenderà il via con il debutto, il 24 di giugno, dell’Alfa Romeo Giulia. A Cassino, dove sarà realizzata la nuova berlina, ed a Termoli, dove verranno fabbricati i nuovi motori di Alfa Romeo, afferma Altavilla, saranno inseriti giovani “destinati a ruoli importanti di team leader. Gli ingressi saranno accompagnati dalla salita dei volumi e al rientro dalla cassa integrazione” mentre per quanto riguarda lo stabilimento di Mirafiori “I lavori vanno avanti secondo i programmi, che prevedono l’inizio della produzione del Maserati Levante a fine anno” Il programma di crescita di FCA, che si concentrerà soprattutto sui brand Fiat, Alfa Romeo, Maserati e Jeep, dovrebbe permettere all’azienda di incrementare notevolmente, nel corso dei prossimi anni, il livello della produzione in Italia e, come conseguenza, ridurre il ricorso alla cassa integrazione e continuare con le nuove assunzioni.