in

Controllo Rc auto con Tutor e autovelox: tutto bloccato

A cinque anni esatti dalla legge, la regola per individuare gli evasori Rca ancora non c’è

Rc auto Tutor

Sono trascorsi cinque anni da quando i politici ci promisero di sconfiggere l’evasione Rc auto: l’esercito di automobilisti che viaggiano senza la copertura assicurativa obbligatoria. Sono circa quattro milioni, in costante crescita, specie al Sud dove incidenti e frodi raggiungono i picchi. Non si paga la Rca perché costosissima. Il problema è che il tanto atteso controllo Rc auto con Tutor e autovelox non esiste ancora: tutto bloccato. Tutti i governi hanno promesso di risolvere la questione, ma nessuno si azzarda a muovere un dito.

Mine vaganti 

Quei quattro milioni di veicoli senza Rc auto obbligatoria sono mine vaganti. Se causano un incidente, la vittima è nei guai. Non può chiedere il risarcimento alla propria assicurazione tramite indennizzo diretto. Deve rivolgersi invece al Fondo vittime della strada, con una burocrazia pesante e tempi di attesa lunghissimi. Ecco perché servirebbe il controllo Rc auto con Tutor e autovelox.

Pirati della strada

Il problema è che queste mine vaganti causano un incidente e, spesso, scappano: si trasformano in pirati della strada. Magari lasciando la vittima agonizzante in auto. O per terra se si tratta di pedoni o ciclisti. Infatti, quando provocano un sinistro, devono risarcire di tasca propria la vittima: non hanno la copertura Rc auto obbligatoria e scappano.

Quale soluzione

Cinque anni fa, il legislatore ha introdotto la soluzione: auto controllate da Tutor (rileva la velocità media) e autovelox (rileva la velocità istantanea). Incrocio della targa col database che assicurazioni e Motorizzazione alimentano. Se la vettura è senza Rc auto, il proprietario viene invitato da Polizia o Carabinieri a presentare la polizza. Qualora il titolare non mostri la polizza, ecco la multa: chi viaggia senza la Rc auto obbligatoria paga una multa di 849 euro, più il sequestro immediato dell’auto. Se paga la polizza entro 15 giorni dal verbale, la sanzione scende a 212,25 euro, e la vettura è senza ganasce. 

Che cosa dice il Codice della Strada

In base all’articolo 193 del Codice della strada, l’accertamento della mancanza di copertura assicurativa obbligatoria del veicolo può essere effettuato anche mediante il raffronto dei dati relativi alle polizze emesse dalle imprese assicuratrici con quelli provenienti dai dispositivi elettronici. La documentazione fotografica prodotta dai dispositivi costituisce atto di accertamento: è la prova che, al momento del rilevamento, un determinato veicolo stava circolando sulla strada munito di targa di immatricolazione.

Problema non risolto

Il fatto è che Tutor e autovelox non hanno l’omologazione per individuare le auto senza Rca. Né le auto senza la revisione periodica obbligatoria. Questo vale anche per le telecamere delle zone a traffico limitato. Restano le Forze dell’ordine che fermano l’auto e verificano la copertura Rc auto. Come eliminare l’acqua dagli oceani con un cucchiaio.

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento