in

Alfa Romeo Giulia, rumors sul nuovo motore 1.8 biturbo da 300 CV

Motori Alfa Romeo Giulia

Mancano meno di due mesi al debutto ufficiale della nuova Alfa Romeo Giulia, la berlina di segmento D che sarà presentata il prossimo 24 di giugno ad Arese nel corso di un evento speciale che, a tutti gli effetti, darà il via al piano di rilancio del marchio Alfa Romeo che mira a raggiungere quota 400 mila unità vendute entro il 2018. Alfa Romeo Giulia motori

Nelle scorse settimane abbiamo più volte parlato delle possibili motorizzazioni che caratterizzeranno il listino della nuova Alfa Romeo Giulia su cui FCA non ha ancora rivelato alcuna informazione. Nelle ultime ore, però, nuovi rumors hanno fatto la loro comparsa in rete svelando quella che potrebbe essere la prima motorizzazione nota della futura Alfa Romeo Giulia. Stando a quanto emerso oggi, infatti, la nuova berlina di Alfa Romeo, nota anche con il nome in codice di Progetto 592, potrà contare su di un motore, ancora inedito e già omologato Euro 6, biturbo da 1.8 litri con due turbine di dimensioni differenti in grado di azionarsi in relazione al numero di giri effettivi del motore. Questo nuovo propulsore, che potrebbe essere affiancato dal cambio a doppia frizione Alfa TCT, dovrebbe caratterizzarsi per una potenza massima di 300 CV e per un valore massimo della coppia motrice esplicata pari a 400 Nm. Alfa Romeo Giulia Motori nuovi

Stando ai dati emersi sino ad ora, la nuova Alfa Romeo Giulia con motore biturbo da 1.8 litri dovrebbe essere in grado di coprire lo scatto 0-100 km/h in meno di 6 secondi. La velocità massima, autolimitata elettronicamente, sarà pari a 245 km/h. Ribadiamo che si tratta di indiscrezioni che, per quanto plausibili, non hanno ancora trovato alcuna conferma effettiva dai fatti. Questo nuovo motore potrebbe, inoltre, essere disponibile anche in una variante caratterizzata da una potenza massima minore, pari a 240 CV, che potrebbe rappresentare una vera e propria versione entry level di questo propulsore estremamente interessante. Alfa Romeo Giulia motorizzazioni

Ricordiamo che per quanto riguarda i motori della nuova Alfa Romeo Giulia i rumors e le indiscrezioni di certo non mancano. Come abbiamo visto la scorsa settimana, ad esempio, Alfa Romeo starebbe lavorando ad una versione sportiva, un’ipotetica Quadrifoglio Verde, della nuova Giulia che dovrebbe presentare sotto al cofano un  V6 TwinTurbo da 3.0 litri, derivato da un motore di Maserati, in grado di erogare una potenza massima di ben 525 CV o, secondo altre fonti, di circa 480 CV. In ogni caso, appare chiaro come questa unità potrebbe rivelarsi la punta di diamante dell’intera gamma della nuova berlina della casa italiana.

Il derivato Maserati

Naturalmente, oltre al nuovo biturbo 1.8 litri ed al motore derivato da Maserati, la nuova Alfa Romeo Giulia potrà contare su di un solidissimo comparto di motorizzazioni diesel tra cui dovrebbe comparire un inedito 2.2 turbodiesel declinato in vari step di potenza sino ad un massimo di circa 210 CV. Maggiori dettagli in merito ai futuri motori della nuova Alfa Romeo Giulia emergeranno, senza dubbio, nel corso delle prossime settimane. In ogni caso, tutte le informazioni ufficiali in merito alla nuova berlina di Alfa Romeo saranno rivelate soltanto in occasione della presentazione ufficiale in programma, come già anticipato in precedenza, il prossimo 24 di giugno. Prima di questa data avremo a che fare unicamente con rumors ed indiscrezioni che non sempre potrebbero rivelarsi veritiere. Per ora, quindi, non ci resta che attendere nuovi dettagli sul progetto Alfa Romeo Giulia che, senza alcun dubbio, scriverà una pagina importante, per non dire fondamentale, della storia di Alfa Romeo.

 

Lascia un commento

Loading…

de-tomaso-venduta-cinesi

De Tomaso addio Italia, sbarca in Cina

Maserati

Maserati, calano le vendite nel primo trimestre del 2015