in

Obbligo pneumatici invernali e catene da neve: come fare

Che cosa sapere sulle dotazioni contro le strade scivolose

Obbligo pneumatici invernali o catene

Obbligo pneumatici invernali e catene da neve: è questo il tema di questa guida. Per andare subito al dunque, quando c’è il cartello classico con la gomma con catene su fondo blu, si è in regola se si montano i pneumatici invernali. In alternativa, vanno bene le catene da neve montate. Qualora si sgarri, multa di 87 euro fuori città (articolo 6 del Codice della strada L. 29 luglio 2010 n. 120). Le cose cambiano quando c’è il cartello di obbligo di pneumatici invernali o catene a bordo: queste ultime si possono non montare. Con una multa identica a chi non rispetta la prescrizione. Questo secondo segnale va messo in collegamento col fatto che, dal 15 novembre su strade e autostrade, se l’Ente gestore lo prevede con specifica ordinanza, gli automobilisti dovranno dotarsi di pneumatici invernali o catene a bordo.

Segnaletica obbligo pneumatici invernali catene

Obbligo pneumatici invernali e catene da neve, non confondersi.

Va chiarito un punto chiave. Il 15 novembre, non scatta nessun obbligo generalizzato ovunque. Serve l’ordinanza del gestore della strada, che poi piazzerà il segnale. Senza di questo, zero obblighi. La direttiva del ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti del 16 gennaio 2013 prevede infatti che l’Ente proprietario o gestore della strada possa imporre un obbligo specifico. Ossia: prescrivere che i veicoli siano muniti oppure abbiano a bordo mezzi antisdrucciolevoli o pneumatici invernali idonei alla marcia su neve e su ghiaccio.

Obblighi dove e quando

La direttiva si applica, a cura degli enti gestori della strada, fuori dai centri abitati prevedendo un periodo uniforme su tutto il territorio nazionale compreso tra il 15 novembre e il 15 aprile. Occhio: è consentita una estensione temporale del periodo di vigenza per strade o tratti che presentino condizioni climatiche particolari. Dove? Per esempio sulle strade di montagna. Questo è il caso della Regione Valle d’Aosta: qui l’ordinanza vige su tutto il territorio tra il 15 ottobre e il 15 aprile.  Anche i Comuni possono adottare gli stessi provvedimenti all’interno dei centri abitati, ma è meno frequente. Guarda la circolare: direttiva MIT prot. 1580/2013

Scarica l’elenco di tutte le regioni e provincie con obbligo gomme invernali o catene

Veicolo a quattro ruote motrici 4×4

La normativa non prevede alcuna deroga per i veicoli a quattro ruote motrici i quali, pertanto, devono essere anch’essi equipaggiati con catene o pneumatici invernali.

Sanzioni

Abbiamo visto finora le regole da seguire, ora vediamo le sanzioni relative al mancato montaggio delle gomme invernali.

  • Circolazione in un tratto di strada ove vige l’obbligo di pneumatici invernali o mezzi antisdrucciolevoli (es. catene da neve) a bordo senza esserne munito:

    85,00 Euro (59.50 Euro entro 5 gg.) – violazione dell’articolo 6, commi 4, lettera e) e 14 (per le strade extraurbane) del C.d.S
    41,00 Euro (28.70 Euro entro 5 gg.) – violazione dell’articolo 7, commi 1 lettera a) e 14 (per le strade urbane) del C.d.S
  • Prosecuzione della marcia nonostante l’ordine verbalizzato ed impartito da personale addetto a servizio di polizia stradale di fermarsi (od osservare specifiche cautele per il prosieguo della marcia):
    85,00 Euro e 3 punti (59.50 Euro entro 5 gg.) – violazione dell’art. 192, commi 3 e 6 del C.d.S.
  • Circolazione con pneumatici (invernali ma anche estivi) aventi indice di carico inferiore a quello riportato sulla carta di circolazione:
    422,00 Euro (295.40 Euro entro 5 gg.) e ritiro della carta di circolazione – violazione dell’art. 78, commi 3 e 4 del C.d.S.; il veicolo andrà sottoposto a successiva visita e prova presso l’Ufficio della Motorizzazione Civile (UMC) competente.
  • Circolazione con pneumatici invernali aventi codice di velocità inferiore a quello riportato sulla carta di circolazione (comunque non inferiore a “Q”), nel periodo compreso tra il 16 maggio ed il 14 ottobre:
    422,00 Euro (295.40 Euro entro 5 gg.) e ritiro della carta di circolazione – violazione dell’art. 78, commi 3 e 4 del C.d.S.; il veicolo andrà sottoposto a successiva visita e prova presso l’Ufficio della Motorizzazione Civile (UMC) competente.

Con deroga

È prevista una deroga che permette l’installazione da un mese prima dall’entrata in vigore dell’obbligo, e quindi dal 15 ottobre. E la sostituzione gomme entro un mese dopo il termine di vigenza delle ordinanze. Per chi? Per auto che montino gomme con un codice di velocità inferiore a quello previsto in carta di circolazione: mai inferiore però a Q (160 km/h). Questi veicoli così equipaggiati devono esporre una targhetta monitoria all’interno dell’abitacolo, ben visibile: l’automobilista sa qual è la velocità massima consentita con pneumatici declassati. Obiettivo della deroga: consentire all’automobilista di organizzare per tempo il cambio gomme.

segnale stradale obbligo catene neve Art 122

Da chi

Obbligo pneumatici invernali e catene da neve: il fine ultimo è favorire la sicurezza stradale. E a affrontare al meglio le strade bagnate, sdrucciolevoli, brinate o innevate. È suggerito montare gomme invernali organizzando per tempo il cambio gomme dal rivenditore specialista. Informandosi circa l’eventuale obbligo vigente sul territorio per non incorrere in sanzioni. Specie quando le condizioni dell’asfalto richiedono maggior prudenza al volante e la temperatura scende sotto i 7 gradi. Quando la temperatura dell’asfalto scende sotto i 7 gradi, dotare il veicolo di pneumatici invernali correttamente gonfiati significa diminuire lo spazio di frenata fino al 15% sul bagnato. E fino al 50% in presenza di neve al suolo.

Nel periodo di vigenza dell’obbligo i ciclomotori a due ruote e i motocicli, possono circolare solo in assenza di neve o ghiaccio sulla strada e di fenomeni nevosi in atto.

Inclusi:

  • autoveicoli cioè autovetture, autocarri, autobus, trattori stradali, autocaravan (camper), …
  • ciclomotore a 3 ruote
  • ciclomotore a 4 ruote, cioè i quadricicli leggeri, detti “microvetture” o “microcar”
  • tricicli cioè i motoveicoli a 3 ruote con distanza assi anteriori >460 mm
  • motocarri
  • motocarrozzette
  • quadricicli a motore.

Come riconoscere i pneumatici corretti

I pneumatici invernali si riconoscono visivamente grazie al disegno del battistrada caratterizzato generalmente da fitte lamelle. Sono identificati dalla marcatura M+S presente sul fianco del pneumatico (o M.S o M&S; a discrezione del costruttore). E dall’eventuale ulteriore pittogramma alpino: una montagna a tre picchi con un fiocco di neve al suo interno. Per quanto riguarda gli  “All season”, “4 stagioni”, “all weather”, “multipurpose”, “multiseason”, è necessario ricordare che sono tutte definizioni commerciali a cui ciascun costruttore attribuisce contenuti tecnici specifici. Per la legge, se i pneumatici hanno la marcatura M+S, consentono la circolazione durante la stagione invernale e in presenza di ordinanze. Se si vogliono utilizzare davvero in tutte le stagioni, è necessario che abbiano un codice di velocità uguale o superiore a quello indicato in carta di circolazione ed è auspicabile che abbiano anche il pittogramma alpino.

Sigle identificative sui pneumatici gomme

Meglio quattro

Si raccomanda sempre di montare 4 pneumatici invernali, e non solo due sull’asse di trazione: si hanno così comportamenti omogenei sugli assi. Con stabilità in curva e frenata. Inoltre, i veicoli di nuova generazione prodotti da fine 2014, sono obbligatoriamente dotati di TPMS, dispositivi che segnalano con apposita spia sul cruscotto l’eventuale perdita di pressione dei pneumatici. una persona inesperta, in fase di montaggio o smontaggio, può rovinare i sensori, con conseguenti costi di ripristino elevati.

Ordinanze Comunali

Obbligo pneumatici invernali e catene da neve: il problema è che ogni gestore fa a modo suo. Non c’è omogeneità sul territorio nazionale. Sul sito www.pneumaticisottocontrollo.it sono riportate una serie di informazioni per gli automobilisti e la filiera  come le ordinanze suddivise per area geografiche. Prezioso, anche se la situazione non è ottimale.

Omicidio stradale: attenzione

Ricordiamo anche che, causando un incidente con morti o feriti gravi, magari per la circolazione senza gomme adatte, si viene accusati in automatico di omicidio e lesioni stradali. Altro che multa da Codice della strada: si perde la patente per cinque anni, e si hanno guai da Codice penale.

Altre notizie ed articoli sulle gomme invernali:
Pneumatici invernali: scatta l’obbligo anticipato in alcune zone d’Italia
Pneumatici invernali: dal 15 ottobre scatta l’obbligo
Gomme invernali: ecco quando scatta l’obbligo e l’importo delle multe

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI