in

Super sconti nelle promozioni auto: occhio al TAEG

Il Governo italiano, a differenza di quello di molti Paesi UE, non ha un piano di ecoincentivi statali da miliardi di euro: bonus col contagocce. Ecco che allora le Case fanno per conto loro super sconti nelle promozioni auto. Ognuna in modo diverso, ma spesso c’è un finanziamento di una società captive, dello stesso Gruppo automobilistico. Se aderisci al finanziamento, hai la sforbiciata rispetto al prezzo di listino. Ma occhio a interessi e TAEG. Cioè? Ci arriviamo per gradi.

Qui, entrano in gioco numerosi fattori da valutare. L’anticipo eventuale o l’anticipo zero; l’importo della rata mensile; e il Valore futuro garantito: ossia la maxi rata finale eventuale. A fine rateazione, il cliente versa il Valore futuro per restare proprietario del mezzo; o usa quella somma per comprare una macchina nuova dello stesso marchio; o dà il mezzo indietro senza né dare né avere un euro.

Il finanziamento ha un costo. Primo: interessi. Il TAN, Tasso annuale nominale. Secondo: interessi più spese di ogni genere, pratiche, assicurazioni, istruttoria, servizi. Il TAEG, Tasso annuale effettivo globale.

Per la Banca d’Italia, il TAEG rappresenta lo strumento principale di trasparenza nei contratti di credito al consumo. Si tratta di un indice armonizzato a livello comunitario che nelle operazioni di credito al consumo rappresenta il costo totale del credito a carico del consumatore. Comprensivo degli interessi e di tutti gli altri oneri da sostenere per l’utilizzazione del credito stesso.

Il TAEG è espresso in percentuale del credito concesso e su base annua. Deve essere indicato nella documentazione contrattuale e nei messaggi pubblicitari o nelle offerte comunque formulate.

Spesso, si sente che il finanziamento della Casa è a interessi zero. Cosa si intende? Che il TAN è 0%. Ma attenzione, poi c’è il TAEG, magari che schizza parecchio insù. Esiste poi il problema della valutazione dell’usato come permuta.

taeg

TAEG nelle promo: esempio supervalutazione Fiat

Un esempio fra mille. Fiat propone un’iniziativa valida fino al 30/11/21 in caso di permuta. La valutazione dell’usato prevede fino a 1.000 euro in più rispetto alla quotazione del mese di novembre. Supervalutazione quindi. Ok, ma fino a 1.000 euro, come in modo molto trasparente dice la Casa del Gruppo Stellantis. Non 1.000 euro. Secondo l’usato, questi soldi in più rispetto alla quotazione variano.

Tutto, dice la promozione in modo trasparente, è a totale discrezione della concessionaria ed è basata sullo stato d’uso della vettura, sui km percorsi e sull’anno di immatricolazione.

Scendiamo in concreto. Panda 1.0 70 CV Hybrid Euro 6d listino € 14.300. Promo € 12.300 in contanti. Oppure € 10.900 solo con finanziamento di FCA Bank. Anticipo € 0, durata 96 mesi, prime 12 rate mensili di € 118,57 più successive 84 rate mensili di € 167,14. Molto interessante, davvero comodo.

Credito € 11.507,28 (incluso spese istruttoria € 325, bolli € 16, servizio marchiatura € 200, Polizza Pneumatici € 66,28).

Ed eccoci al dunque. Interessi € 3.619,38. Dovuto € 15.486,66 per TAN fisso 6,85% e TAEG 9,3%.

Ricapitoliamo. Listino € 14.300. A rate mega sconto 10.900. Col TAEG, paghi alla fine € 15.486,66. Ossia più del prezzo di listino. Come quasi sempre accade con le promo delle auto e con gli oggetti comprati a rate. Basta ponderare e capire cosa si vuole, mettendo i pesi sui due piatti della bilancia.

Looks like you have blocked notifications!