in

Alfa Romeo Giulia e Stelvio, nuove Maserati: le news della settimana

Ecco le migliori news della settimana

Bentornati su ClubAlfa.it per un nuovo appuntamento con la nostra rubrica domenicale dedicata alle migliori news degli ultimi sette giorni per il mondo Alfa Romeo e, più in generale, per l’intero settore delle quattro ruote italiano. In questi ultimi sette giorni, da lunedì 11 ottobre ad oggi domenica 17 ottobre, abbiamo registrato un gran numero di news legate sia al presente che, soprattutto, al futuro. 

Per quanto riguarda Alfa Romeo, in particolare, registriamo il debutto delle nuove versioni GT Junior di Giulia e Stelvio. Si tratta di serie speciali di fascia alta pensante per soddisfare al massimo le esigenze della clientela più esigenze. Basate sugli allestimenti top dei due modelli, queste serie speciali hanno una dotazione con diversi elementi esclusivi.

In casa Alfa Romeo, inoltre, si parla anche di futuro, con alcune importanti conferme in merito al piano di rilancio che partirà il prossimo anno, e di presente, con i nuovi dati di vendita in Europa che continuano a mostrare il momento difficile del marchio italiano in tutti i principali mercati continentali, con vendite in costante calo. 

In casa Ferrari, invece, registriamo l’avvio dei test della nuova Ferrari 296 GTS, variante scoperta della 296 GTB presentata nei mesi scorsi, mentre torna a mostrarsi in strada il futuro Purosangue. Entrambi i modelli verranno presentati nel corso del 2022 confermando la volontà di Ferrari di accelerare il rinnovamento della gamma.

Maserati, invece, è al centro dei programmi di Stellantis. La casa del Tridente sposterà quasi tutte le sue attività produttive a Mirafiori dove verranno realizzate ben quattro vetture differenti nel corso dei prossimi anni sfruttando una piattaforma dedicata. Lo stabilimento di Mirafiori assorbirà anche la produzione di Grugliasco, destinato alla chiusura a partire dal 2024. 

Per quanto riguarda Fiat, invece, segnaliamo un nuovo premio per la 500 Elettrica e nuove indiscrezioni sulla Panda di prossima generazione. Stellantis, intanto, continua a lavorare sul futuro degli stabilimenti italiani. Oltre alla questione di Grugliasco citata in precedenza, in ballo ci sono diversi altri temi da affrontare. 

Prima di procedere oltre, vi ricordiamo di seguirci anche sui nostri canali social per continuare ad essere sempre aggiornati in tempo reale sulle novità di Alfa Romeo e su tutti i marchi del gruppo Stellantis. Trovate le news di ClubAlfa.it su Facebook Twitter e sul nostro canale Telegram.  Potete seguirci anche su Instagram con il nostro account ufficiale che offre ogni giorno immagini nuove a tema Alfa Romeo. È possibile seguire le news di ClubAlfa.it anche su Filpboard, sia in versione web che tramite app dedicata.

Ricordiamo che le news di ClubAlfa.it sono disponibili anche tramite Google News, l’applicazione di Google per dispositivi Android, iPhone, iPad e web. Per essere certi di seguire tutti gli aggiornamenti quotidiani pubblicati dal sito, cliccate sul link qui di sopra e, dopo aver effettuato il login con il vostro account Google, cliccate sulla stella del tasto “Segui”.

Alfa Romeo

Questa settimana, Alfa Romeo ha rinnovato la sua gamma con il lancio delle versioni GT Junior di Giulia e Stelvio. Si tratta di nuove serie speciali in tiratura limitata che vanno ad arricchire la gamma proponendo un’alternativa di fascia alta per i due modelli di segmento D della casa italiana. Le serie speciali, infatti, si basano su allestimenti top di gamma ed aggiungono diversi contenuti esclusivi. 

Alfa Romeo Giulia e Stelvio GT Junior

In questi giorni si registrano nuove dichiarazioni del CEO di Alfa Romeo, Jean-Philippe Imparato. Secondo il manager, al momento, il valore del marchio Alfa Romeo è superiore a quello del prodotto. In futuro, quindi, sarà necessario potenziare il prodotto offerto, espandendo e rinnovando la gamma, per incrementarne il valore. 

Segnaliamo, inoltre, che Stellantis ha interrotto nuovamente la produzione Alfa Romeo a Cassino questa settimana. Il nuovo stop è ancora una volta legato alla crisi dei chip che continua a creare problemi per il gruppo e a rallentare le attività produttive di Alfa Romeo. Lo stabilimento di Cassino continua a lavorare a ritmo ridotto da diversi mesi. 

Stellantis ha obiettivi ambiziosi per il futuro di Alfa Romeo. Secondo le ultime indiscrezioni, infatti, il gruppo punterebbe a quadruplicare le vendite nel corso dei prossimi anni rispetto ai dati del 2020. Questo progetto si concretizzerà con l’arrivo di diversi nuovi modelli nei prossimi anni (è previsto un nuovo modello all’anno dal 2022). 

Nel frattempo, il presente di Alfa Romeo continua ad essere negativo. Il marchio italiano, infatti, ha fatto registrare vendite molto negative in tutti i principali mercati europei a settembre. Il rilancio del marchio è ancora lontano e si concretizzerà soltanto il prossimo anno con il debutto sempre più atteso del Tonale. 

Nel futuro di Alfa Romeo ci saranno diversi nuovi modelli. Secondo le ultime indiscrezioni, la casa italiana potrebbe realizzare anche una nuova generazione di Alfa Romeo Giulietta, un modello ideale per rilanciare le vendite e l’immagine del marchio nel corso dei prossimi anni. Ecco quali sono le motivazioni che potrebbero spingere Alfa Romeo a realizzare una nuova Giulietta. 

Secondo alcuni rumors, inoltre, Alfa Romeo potrebbe realizzare una segmento B in stile Peugeot 208. Il progetto in questione, molto chiacchierato in questi giorni in Francia, dovrebbe arrivare sul mercato come nuova MiTo. La city car potrebbe essere uno dei progetti del futuro del marchio italiano. 

Nuova Alfa Romeo MiTo
Nuova Alfa Romeo MiTo

Secondo le prime indiscrezioni, Alfa Romeo sarà tra i primi brand di Stellantis a completare il rinnovamento della rete di vendita. Come noto, il gruppo, dopo la fusione, ha intenzione di rivoluzionare i suoi canali di vendita e Alfa Romeo dovrebbe essere il primo brand ad essere coinvolto da questo nuovo progetto. 

Nel corso del mese di novembre prossimo sarà venduto all’asta uno dei 447 esemplari di Alfa Romeo Giulia GTA 1300 Junior. Il modello si trova in un ottimo stato di manutenzione e, di certo, attirerà l’attenzione di un gran numero di appassionati e collezionisti. L’esemplare che sarà in vendita è stato sottoposto a diversi e approfonditi interventi di restauro con anche il motore che è stato ripristinato ed è in ottime condizioni. 

Fiat

Continuano i successi per la Nuova Fiat 500 Elettrica. La city car a zero emissioni del marchio italiano, infatti, ha ottenuto il premio Small Car of the Year nel Regno Unito. Si tratta di un nuovo riconoscimento che certifica il successo della vettura, sempre più simbolo della mobilità a zero emissioni e del marchio Fiat. 

Nel futuro di casa Fiat c’è anche una nuova generazione di Fiat Panda. La nuova evoluzione dell’attuale best seller del mercato italiano sarà, molto probabilmente, esclusivamente elettrica e potrà contare su di un comparto tecnico rinnovato in diversi aspetti. Secondo le prime indiscrezioni, la nuova Panda avrà almeno 500 chilometri di autonomia. 

In Brasile, intanto, continua il successo della Fiat Argo. La city car pensata per il mercato sudamericano, infatti, si è confermata l’auto più venduta della prima parte di ottobre con un nuovo passo in avanti rispetto ai mesi precedenti. La Argo continua ad essere stabilmente uno dei modelli più apprezzati sul mercato locale. Nel frattempo, il Fiat Toro è il pick-up più venduto dell’ultimo mese in Brasile. 

Ferrari

Tra le prossime novità in arrivo per la gamma Ferrari troviamo la futura Ferrari 296 GTS, evoluzione “open air” della recentissima 296 GTB, la supercar ibrida con motore V6. Il progetto è attualmente in via di sviluppo. La casa di Maranello, in queste settimane, ha iniziato a testare il modello in strada in vista del debutto ufficiale che dovrebbe avvenire nel corso del 2022. 

Le prime foto spia della Ferrari 296 GTS ci mostrano una vettura oramai prossima alla fine del suo sviluppo. Nel corso dei prossimi mesi, di certo, i prototipi che appariranno in strada saranno molto simili alla versione definitiva della vettura che riprenderà le stesse caratteristiche tecniche già viste sulla 296 GTB. 

Nel frattempo, Ferrari ha iniziato ad inviare alcuni fortunati clienti all’evento di lancio della nuova Icona. Stando a quanto rivelato dalla casa di Maranello, infatti, la presentazione del nuovo progetto è in programma per il prossimo mese di novembre. L’evento di presentazione non sarà pubblico. Si tratterà, infatti, di un’anteprima privata, riservata a clienti selezionati del brand. La nuova supercar, che dovrebbe poter contare sul V12 aspirato, verrà poi mostrata in pubblico nei mesi successivi, probabilmente nel 2022. 

Da notare che Ferrari continua a testare il nuovo Ferrari Purosangue. Il futuro SUV della casa di Maranello, con una carrozzeria provvisoria presa in prestito dal Maserati Levante, continua a girare in strada in vista della presentazione ufficiale. Il nuovo Purosangue, che si mostra nel video spia che riportiamo qui di seguito, debutterà sul finire del prossimo anno. 

Segnaliamo anche un test drive della Ferrari SF90 Stradale di David Lee che ha messo alla prova le quattro modalità di guida della vettura. 

Maserati

Il futuro di Maserati diventa sempre più chiaro. Il marchio italiano potrà contare su tanti nuovi investimenti e su di una piattaforma dedicata che verrà installata nello stabilimento di Mirafiori, destinato a diventare il centro di sviluppo di buona parte della gamma del Tridente. I programmi per il brand sono ambiziosi. 

A Mirafiori, infatti, è prevista la produzione di quattro modelli Maserati. Nel polo torinese verranno realizzate le nuove generazioni di GranTurismo, GranCabrio, Quattroporte e Levante (probabilmente in quest’ordine cronologico) che costituiranno la quasi totalità della gamma Maserati nei prossimi anni (accanto alla MC20, prodotta a Modena, ed al Grecale, realizzato a Cassino). 

Maserati MC20

Da segnalare, intanto, che la Maserati MC20 continua ad essere un successo. Le richieste per la sportiva sono in costante crescita e la produzione nello stabilimento di Modena è satura. In questo modo, la sportiva ha azzerato il ricorso agli ammortizzatori sociali per il sito modenese della casa del Tridente. 

A queste settimane dal lancio ufficiale, il Maserati Grecale continua i test in strada. Le ultime foto spia ci mostrano un prototipo praticamente definitivo del nuovo SUV che, ricordiamo, verrà presentato in via ufficiale il prossimo 16 novembre per poi arrivare sul mercato nei mesi successivi la presentazione.

Un esemplare di Maserati Indy 4.2 V8 è in vendita all’asta. Il modello in questione si trova in un ottimo stato di conservazione ed ha circa 80 mila chilometri. Quest’esemplare di Maserati è stato prodotto nel 1970 è, senza dubbio, è un modello che potrà attirare l’attenzione di moltissimi appassionati del mondo delle quattro ruote. 

Maserati Indy
La Maserati Indy in vendita (Foto da profilo Facebook di Bilweb Auctions)

Jeep

Continua il botta e risposta tra Jeep e Ford. La scorsa settimana, infatti, i dirigenti di Jeep avevano preso in giro Ford per via dei problemi evidenziati dal nuovo Ford Bronco, diretto rivale della casa americana appartenente al gruppo Stellantis. In questi giorni, invece, è arrivata la pronta risposta di Ford che ha intenzione di non cedere agli attacchi da parte di Jeep. 

La Jeep Compass 4xe, variante ibrida del SUV compatto della casa americana, è protagonista di un’ottima offerta da Leasys. Per i clienti c’è la possibilità di sfruttare il noleggio a lungo termine con ricariche illimitate della batteria a partire da 319 euro al mese (con tanti servizi inclusi nel canone mensile). 

Nel frattempo, Jeep ha confermato la volontà di potenziare la sua gamma in India. L’azienda ha, infatti, anticipato che nel 2022 arriveranno due nuovi SUV che andranno ad arricchire l’offerta di veicoli per la clientela locale. Tra le novità in arrivo ci sarà anche la nuova generazione di Grand Cherokee, recentemente svelata in via ufficiale. 

Stellantis

In occasione del vertice con Governo e sindacati tenutosi questa settimana, Stellantis ha confermato la nascita del nuovo polo elettrico di Mirafiori. Lo stabilimento torinese diventerà un riferimento assoluto della produzione a zero emissioni del gruppo e, in particolare, ospiterà la produzione di diversi nuovi modelli Maserati con il brand del Tridente che svolgerà buona parte delle sue operazioni a Mirafiori. 

L’annuncio della nascita del polo di Mirafiori è stato accompagnato anche dalla conferma della chiusura dello stabilimento di Grugliasco. I lavoratori del sito verranno trasferiti progressivamente a Mirafiori a seguito dello spostamento delle attività da uno stabilimento ad un altro. Dal 2024, quindi, la produzione a Grugliasco cesserà per concentrare tutti gli investimenti sul nuovo polo di Mirafiori. 

Il progetto di creare un unico polo a Mirafiori non convince tutti i sindacati. Alcuni rappresentati dei lavoratori sono preoccupati in merito alle conseguenze della chiusura dello stabilimento di Grugliasco e della riduzione del numero dei lavoratori. Queste scelte potrebbero avere conseguenze disastrose anche per quanto riguarda l’indotto del polo. 

Nel frattempo, sono state smentite le indiscrezioni in merito alla delocalizzazione della produzione di veicoli commerciali dall’Italia alla Polonia. Secondo le ultime informazioni, il gruppo Stellantis non ha intenzione di tagliare la produzione di veicoli commerciali alla Sevel di Atessa ed il nuovo stabilimento in Polonia andrà ad affiancare il sito italiano, senza rimpiazzarlo. 

Stellantis punta a ridurre drasticamente il numero di lavoratori dei suoi stabilimenti italiani. In programma non ci sono licenziamenti ma un programma di uscite agevolata che seguirà la logica del 3 x 1 (per ogni 3 uscite è previsto una nuova assunzione). In queste prime settimane, dopo la partenza del programma, Stellantis ha registrato un gran numero di richieste da parte dei lavoratori che possono richiedere l’uscita agevolata. 

Continuano i problemi per lo stabilimento di Detroit di Stellantis. Il sito produttivo americano, infatti, causa l’emissione di cattivi odori nell’area circostante. La causa di questo problema non è stata identificata. Il gruppo ha, quindi, avviato le necessarie investigazioni per capire la fonte del problema e tentare di trovare una rapida soluzione. 

Dal Nord America, intanto, arriva la conferma che Stellantis parteciperà al Miami International Auto Show. La fiera dedicata al mondo delle quattro ruote vedrà la partecipazione di diversi marchi di Stellantis che esporranno le ultime novità in merito alla gamma in arrivo nel corso dei prossimi anni sul mercato locale. 

Tra i progetti futuri del gruppo Stellantis c’è il potenziamento dei servizi di guida autonoma. Il gruppo, infatti, punta a conquistare la leadership del settore della guida autonoma con una serie di progetti in corso destinati a garantire una forte crescita dei servizi di questo tipo. L’azienda ha intenzione di portare avanti numerosi test. 

Stellantis continua a lavorare sul futuro di Lancia. Il primo progetto in arrivo per il marchio sarà la nuova generazione di Lancia Ypsilon. Il progetto in questione, secondo le indiscrezioni di questi giorni, potrebbe essere un crossover compatto e arrivare in versione elettrica a zero emissioni. La nuova Ypsilon darà il via al rilancio del brand in tutta Europa. 

Con questa news termina la nostra rubrica domenicale relativa alle migliori news della settimana. Il prossimo appuntamento è fissato per domenica 24 ottobre. Vi ricordiamo di continuare a seguirci in questi giorni, sia dal sito che dai nostri canali social (trovate tutti i link utili ad inizio articolo), per tutti gli aggiornamenti sul mondo delle quattro ruote italiano.

Looks like you have blocked notifications!

Lascia un commento