in

Veicoli elettrici: la rivoluzione elettrica è principalmente per le aziende e non per i privati

Il settore automobilistico chiede maggiore attenzione nei confronti nelle famiglie

auto elettrica

Mike Hawes, amministratore delegato della Society of Motor Manufacturers and Traders (SMMT), ha dichiarato che la rivoluzione elettrica è adatta principalmente alle aziende e non alle famiglie e ha chiesto al governo britannico un cambiamento per guidare l’adozione di massa dei veicoli elettrici.

Pochi giorni dopo il taglio agli incentivi da 3000 a 2500 sterline e il nuovo limite di 35.000 sterline, i dati dell’associazione hanno mostrato che le aziende hanno il doppio delle probabilità dei consumatori ad effettuare il passaggio da benzina/diesel a un veicolo elettrico.

auto-elettriche-elettrica
Veicoli elettrici, su circa 35.000 auto acquistate dai privati solo il 4,6% erano EV

Veicoli elettrici: le aziende hanno più probabilità di passare a un EV rispetto ai privati

Analizzando le nuove immatricolazioni di auto nel 2020, emerge che soltanto il 4,6% delle vetture acquistate da privati (34.324 esemplari) erano EV rispetto all’8,7% (73.881 unità) per le aziende che hanno grandi flotte.

In merito a ciò, Hawes ha detto: “Anche se la crescente diffusione dei veicoli elettrici lo scorso anno è da accogliere favorevolmente, è chiaro che questa è stata una rivoluzione elettrica principalmente per le flotte, non per le famiglie. I produttori si impegnano per il consumatore, riducendo i costi e fornendo la più ampia scelta possibile di veicoli a emissioni zero con molti altri in arrivo“.

L’ad della SMMT ha proseguito dicendo: “Per fornire una rivoluzione elettrica che sia conveniente, realizzabile e accessibile a tutti entro il 2030, tuttavia, il governo e le parti interessate devono mettere i conducenti ordinari al centro della politica e della pianificazione. Abbiamo bisogno di incentivi che attirino i consumatori, infrastrutture solide e punti di ricarica che forniscano rassicurazioni, in modo che la mobilità a emissioni zero sia possibile per tutti, indipendentemente dal reddito o dall’ubicazione“.

1 auto elettriche

Alcuni dirigenti delle case automobilistiche non hanno apprezzato molto la scelta del governo di ridurre gli incentivi

In seguito alle varie modifiche apportate agli incentivi destinati agli acquirenti di veicoli elettrici, Mike Hawes si è unito alle altre persone durante la conferenza SMMT Electrified 2021 chiedendo un approccio più coerente per il futuro.

Durante la conferenza, Graeme Grieve – amministratore delegato di BMW UK – ha descritto i cambiamenti agli incentivi fatti dal governo come contro intuitivi rispetto alle dichiarazioni fatte precedentemente. Jonathan Goodman, amministratore delegato di Polestar, ha invece detto che i recenti cambiamenti sono un errore e afferma che gli incentivi devono rispecchiare quelli attualmente in atto per le aziende.

La SMMT chiede al governo e alle parti interessate di dare la priorità al superamento delle preoccupazioni dei consumatori attraverso incentivi più equi e un impegno per ampliare ulteriormente l’infrastruttura di ricarica. Durante la stessa conferenza SMMT Electrified 2021, Hawes ha sottolineato che una famiglia britannica su tre non dispone di un parcheggio dedicato su strada, lasciandoli dipendenti dai punti di ricarica pubblici.

auto-elettriche-colonnine-ricarica-punto-italia-speciale-v5-41335-1280x16

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento