in

Un tirante corroso ha fatto crollare il Ponte Morandi

Alla base della tragedia, la corrosione della parte superiore del tirante Sud (dal lato di Genova) della pila 9: lo dicono i periti

crollo-ponte-genova-2

Un tirante corroso ha fatto crollare il Ponte Morandi. Alla base della tragedia, la corrosione della parte superiore del tirante Sud (dal lato di Genova) della pila 9. Lo dicono i periti incaricati dal giudice per le indagini preliminari, nell’ambito del procedimento che riguarda 73 indagati. Almeno stando a indiscrezioni.

Un tirante corroso ha fatto crollare il Ponte Morandi: siamo all’inizio

C’è qualche condanna? No. Uno o più colpevoli? No. Siamo all’inizio. Tutto è nato nell’agosto 2018, con una disgrazia stradale di gravità inaudita: 43 morti. C’è stata una riduzione dei trefoli che costituivano l’anima dei tiranti: così, il Ponte era instabile. Questa riduzione viene definita inaccettabile. Insomma, non doveva esserci.

Passiamo ai se. Giustamente, per gli esperti se controlli e manutenzione fossero stati eseguiti correttamente nel corso degli anni, questo avrebbe evitato la tragedia. Queste azioni, a quanto pare, o non ci sono state o sono state troppo poche o fatte male.

Viadotto Polcevera crollato: diversi fattori

Restiamo alle ipotesi. Perché il Viadotto Polcevera, o Ponte di Genova, è venuto giù? Forse, per un insieme di fattori, stando ai periti.

  • Carenze progettuali,
  • difetti costruttivi in fase di realizzazione,
  • assenza di controlli adeguati durante la costruzione (nel mirino, la direzione dei lavori e la commissione di collaudo,
  • più la mancata effettuazione delle indagini necessarie per verificare le condizioni dei trefoli (eppure c’è una forte raccomandazione a farlo, nel lontano 1985).
  • mancanza (o inadeguatezza) di interventi di restauro e riparazione per mettere in sicurezza il tirante difettoso.

Processo Ponte di Genova: bisogna attendere

Occorre aspettare il processo e il primo verdetto. Intanto, non esce benissimo da tutto questo neppure il Governo Conte M5S-Pd: molti esponenti di primo piano avevano promesso la revoca della concessione ad Autostrade per l’Italia. Era agosto 2018. A fine 2020, non si sa niente del futuro di Aspi (Atlantia, Benetton).

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI