in ,

Ferrari 288 GTO: in vendita un esemplare con soli 729 km

Sarà uno dei pezzi pregiati dell’asta “Ferrari – Leggenda e Passione” di RM Sotheby’s.

Ferrari 288 GTO

Il prossimo 9 settembre, a Maranello (MO), RM Sotheby’s curerà l’asta “Ferrari – Leggenda e Passione” organizzata per il 70° anniversario del Cavallino Rampante. Tra le 36 vetture all’incanto spicca una Ferrari 288 GTO, con soli 729 km percorsi.

Caratterizzata dal numero di telaio 57709, questa Ferrari 288 GTO è una delle sole 272 prodotte, nello specifico la numero 255. Il valore minimo di quest’auto ammonta a circa 3,2 milioni di euro, ma RM Sotheby’s spera di raccogliere almeno 4 milioni di euro.

ferrari_288_gto_02

Inoltre, la splendida e rarissima Ferrari 288 GTO che sarà messa all’asta il mese prossimo è una delle 19 totalmente ‘spartane’, in quanto sprovvista anche di alzacristalli elettrici e autoradio, unici optional disponibili all’epoca assieme all’aria condizionata e agli interni in pelle Connolly con inserti in tessuto di colore arancione.

Questa Ferrari 288 GTO è stata acquistata nel mese di giugno del 1985 da Robert A. Penkhus, ferrarista del Colorado. Dopo aver percorso 466 km, l’auto è stata venduta nel mese di giugno del 1986 a David Livingstone di Seattle. Quest’ultimo l’ha tenuta fino al 1993, arrivando a percorrere i 729 km segnati sul contachilometri. La Ferrari 288 GTO è stata ceduta all’attuale proprietario che, in 24 anni, non l’ha mai guidata. La vettura è stata ‘riesumata’ quest’anno, con l’avvio del leggero restauro che ha previsto solo la sostituzione delle cinture di sicurezza.

ferrari_288_gto_03

La Ferrari 288 GTO è stata presentata 33 anni fa, al Salone di Ginevra del 1984. Inizialmente, la numerazione 288 non faceva parte della denominazione ufficiale, ma poi è stata inserita per differenziare la vettura dall’antenata 250 GTO.

La meccanica della Ferrari 288 GTO prevede il motore 2800 V8 biturbo a quattro valvole per cilindro, capace di erogare 400 CV di potenza. Per quanto riguarda le prestazioni, questa supercar d’epoca della Casa di Maranello raggiunge la velocità massima di 305 km/h e accelera da 0 a 100 in 4,9 secondi.

ferrari_288_gto_09

Tra le specifiche caratteristiche estetiche, oltre alla carrozzeria in vetroresina, figurano gli specchietti retrovisori rialzati in stile Formula 1, le tre prese d’aria all’altezza dei passaruota posteriori, lo spoiler posteriore integrato e i cerchi in lega di magnesio Speedline scomponibili da 16 pollici di diametro.

Oltre alle 272 unità prodotte, ai fini storici vanno calcolati anche i quattro prototipi che hanno preceduto il debutto della Ferrari 288 GTO, di cui solo uno ancora esistente. Inoltre, sono stati allestiti anche cinque esemplari di 288 GTO Evoluzione, prima fase del progetto che portò alla realizzazione dell’erede F40 del 1987.

Jeep: arriva la conferma ufficiale, Great Wall Motors è interessata all’acquisto del marchio

Alfa Romeo Stelvio

Alfa Romeo Stelvio: candidata al premio “Volante d’Oro 2017”