in

Incentivi auto più Valore futuro garantito: affare

Le promozioni delle Case sono un surplus rispetto ai bonus

valore futuro

I vecchi incentivi auto del decreto Rilancio sono finiti: 50 milioni erano pochi. I nuovi incentivi auto del decreto Agosto sono in rampa di lancio: 500 milioni per tutte le auto, incluse Euro 6 a benzina e diesel. Favorite elettriche e ibride plug-in. Ma le Case, obbligate a mettere un gettone nell’incentivo, devono fare di più: è il mercato a chiederlo. Ecco allora le promozioni di agosto dei Costruttori, che puntano spesso sul Valore futuro garantito. Per capire di che si tratta, va premesso che una macchina, quando esce dalla concessionaria, comincia a svalutarsi. E non poco. Il rischio è vendere a poco, dopo qualche anno, un’auto comprata a tanto. Il valore residuo diventa insoddisfacente: aver comprato la vettura non è stato un grande affare. Ma ecco la soluzione.

Valore futuro garantito nelle promozioni di agosto

Il Valore futuro garantito (Vfg) è il valore dell’auto dopo un certo numero di anni. Compri un’auto a 30.000 euro, dopo 4 anni sai che varrà 15.000 euro. Sta scritto nel contratto di finanziamento: la macchina la acquisti a rate, magari con un anticipo. Alla fine della rateazione, versata l’ultima quota, sai che il veicolo vale 15.000 euro.

  1. A quel punto, la prima possibilità è dare dentro questo usato per un’auto nuova da 30.000 euro dello stesso marchio. Il tuo usato vale 15.000 euro. I restanti 15.000 euro lo paghi a rate con un secondo finanziamento o in contanti.
  2. La seconda possibilità è restituire il mezzo. No non incassi e non versi un euro.
  3. Terza strada: versi i 15.000 euro e rimani proprietario della vettura.

Vfg: formula che conviene

Ovviamente, il Valore futuro garantito conviene. Specie per i motori più a rischio svalutazione: si pensi ai diesel. E alle crociate dei Comuni anti-diesel. Se il gasolio si svaluta per i blocchi del traffico, comunque varrà 15.000 euro. Una garanzia firmata all’acquisto.

Valore futuro: occhio ai danni

C’è il rovescio della medaglia. La macchina, a fine rateazione, dev’essere nelle condizioni indicate dal contratto iniziale: niente danni esterni (carrozzeria), niente danni interni (tappezzeria, per esempio). La vettura dev’essere in uno stato normale, come se fosse stata normalmente usata dall’utente.

Il fatto è che a dare il giudizio, insindacabile e inappellabile, è la concessionaria, ossia il venditore, la Casa. Giudica sia i danni sia l’ammontare degli stessi. Se il Valore futuro è di 15.000 euro, ma ci sono danni per 1.000 euro, il Valore diventa di 14.000 euro.

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento