in

Fiat Punto: una nuova generazione è possibile

L’ipotesi di una nuova Punto su base Argo (non smentita da FCA) continua a far parlare di sé

Dopo le indiscrezioni di giugno, si torna a parlare di una possibile nuova generazione della Fiat Punto per il mercato europeo che dovrebbe sostituire l’attuale modello, ancora in produzione, anche se con volumi e allestimenti ridotti, nello stabilimento di Melfi. Poche settimane fa, interrogato sul possibile debutto della sudamericana Fiat Argo in Europa, ricordiamo, il dirigente di FCA Alfredo Altavilla non ha smentito la possibilità di vedere in futuro una nuova Punto su base Argo in Europa nel corso dei prossimi anni. 

Con il passare delle settimane lo scenario che vede, nel giro di pochi mesi, il debutto di una nuova generazione della Fiat Punto si fa sempre più concreto. Il marchio Fiat in Europa sta registrando una fortissima crescita in questi mesi con un primo semestre che si è chiuso con un ottimo +11% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Ad oggi Fiat è l’ottavo brand per unità vendute in Europa nel 2017 ma è anche l’unico della top 10 che registra una crescita in doppia cifra rispetto allo scorso anno. 

A trascinare la crescita di Fiat non sono però i modelli del brand 500, la cosiddetta gamma “emozionale” che registra una flessione a causa del calo di vendite di 500X e 500L. Il brand italiano sta registrando una forte crescita grazie soprattutto alla Fiat Panda, che ha chiuso un semestre con produzione record a Pomigliano, ed alla nuova Fiat Tipo che oramai è diventata un punto di riferimento per il suo segmento di mercato in Europa. 

Tra Panda e Tipo c’è lo spazio per una nuova segmento B, l’erede dell’attuale Fiat Punto, che potrebbe sfruttare al meglio il successo internazionale dei due modelli proponendosi come un progetto dall’eccellente rapporto qualità/prezzo caratterizzato, come provano ad anticipare i tanti render apparsi in rete in questi mesi, da un design molto simile a quello della Tipo 5 Porte.

Nei prossimi mesi, probabilmente già subito dopo l’estate, FCA sarà chiamata a chiarire le strategie future per gli stabilimenti italiani e, più in generale, per i nuovi modelli che arriveranno sul mercato nel corso dei prossimi anni. L’unica certezza è che, ad oggi, il marchio Fiat è uno dei pochi brand “generalisti” in forte crescita in Europa e ha le potenzialità per ampliare ulteriormente la sua gamma puntando su di un segmento di mercato che potrebbe garantire una forte crescita dei volumi di vendita.

Il progetto di una nuova Fiat Punto, a differenza di qualche anno fa quando Marchionne dichiarava uno scarso interesse verso il settore delle city car in Europa, non appare così impossibile ed irrealizzabile. Staremo a vedere se nei prossimi mesi il gruppo italo-americano chiarirà in via definita quale sarà il futuro di Fiat nel segmento B.

Alfa Romeo sarà tra i marchi protagonisti del videogame Forza Motorsport 7

Jeep Renegade, restyling in arrivo entro fine 2018