in ,

Ferrari: le vendite ai propri dipendenti sono vietate

Come dichiarato da Galliera, gli unici autorizzati all’acquisto sono i piloti di Formula 1

Ferrari
Ferrari: LaFerrari Aperta,

In un’intervista rilasciata al sito australiano “Drive“, il manager Enrico Galliera ha spiegato perché i dipendenti della Ferrari non sono autorizzati all’acquisto di auto del Cavallino Rampante. Galliera è il direttore commerciale e marketing della Casa di Maranello, ma è anche conosciuto come “Dr. No”, in quanto è colui che concede l’autorizzazione finale all’acquisto di auto in produzione limitata.

Vendite concesse solo ai piloti di Formula 1

Alla base di ogni decisione sta il fatto che la domanda supera abbondantemente la disponibilità, perciò Enrico Galliera individua i criteri per poter consegnare le auto ai migliori clienti della Ferrari. Innanzitutto, il manager italiano ha affermato che gli unici dipendenti della Ferrari autorizzati all’acquisto di un’auto del Cavallino Rampante sono solo i piloti di Formula 1, a cui non sono riservati sconti e tanto meno offerte speciali.

Inoltre, Galliera spiega che il divieto imposto ai dipendenti nell’acquisto di auto della Ferrari è legato alla produzione in piccoli numeri e per non aumentare i tempi d’attesa, dato che il principio cardine del costruttore modenese è soddisfare innanzitutto la domanda dei propri clienti.

Galliera “Dr. No” anche per i clienti più affezionati

Il direttore commerciale e marketing della Ferrari è conosciuto nel mondo delle supercar come “Dr. No” anche per aver rifiutato le proposte di acquisto da parte di persone facoltose, ma considerate non altezza del brand italiano più conosciuto al mondo. Galliera ha affermato che è più facile dire ‘No’ ai nuovi potenziali clienti, ma non lo è affatto con i clienti già affezionati.

Per evitare di dover dire ripetutamente ‘No’ e scontentare qualcuno, il manager Enrico Galliera ha raccontato che, prima di dare il via libera alla produzione della LaFerrari Aperta, sono stati contattati direttamente i 200 più importanti clienti del Cavallino Rampante di tutto il mondo, i quali hanno detto tutti si ed ordinato la vettura a scatola chiusa.

Nonostante ciò, tuttavia, sono rimasti delusi alcuni clienti storici della Ferrari, come gli imprenditori David Lee e Preston Henn, quest’ultimo scomparso recentemente.

Jeep: cancellato il progetto di un crossover più piccolo della Renegade

Alfa Romeo Stelvio: infografica sui fornitori dei componenti