in

Fiat Punto: FCA non smentisce l’ipotesi di una nuova generazione su base Argo

Le dichiarazioni di Altavilla creano nuove incertezze sul futuro di Fiat

La fine della produzione dell’attuale generazione della Fiat Punto è sempre più vicina. Ad oggi, almeno in via ufficiale, la segmento B prodotta a Melfi non ha ancora una sostituta. Nonostante i tanti render e le indiscrezioni di queste ultime settimane, in merito ad un possibile debutto della sudamericana Fiat Argo in Europa, per ora FCA non ha ancora chiarito quale sarà il futuro del brand Fiat nel segmento B del mercato del nostro continente.

A contribuire a questo clima di incertezza ci ha pensato Alfredo Altavilla, il responsabile per l’area Emea di FCA, che, a margine delle celebrazioni dei 60 anni della Fiat 500, interrogato sull’argomento ha, di fatto, fornito una risposta decisamente enigmatica. Come riporta IlSole24Ore, infatti, ad una precisa domanda in merito ad un possibile debutto della Fiat Argo in Europa in sostituzione dell’attuale Fiat Punto, il dirigente di FCA ha risposto sorridendo e limitandosi a dichiarare “La Argo è in effetti una bella macchina”.

Queste dichiarazioni di Altavilla, che ricordiamo come confermato tempo fa da Marchionne è stato uno dei principali artefici del progetto Fiat Tipo che oggi rappresenta una delle auto di maggior successo di Fiat nell’area Emea, non svelano praticamente nulla in merito ad un possibile debutto della Argo in Europa ma, di fatto, non smentiscono questa possibilità che, sino ad alcune settimane fa, era stata smentita da altri dirigenti del gruppo italo-americano.

Fiat Argo
Fiat Argo

Per ora non possiamo sapere se nei piani di FCA sia effettivamente cambiato qualcosa o se la risposta di Altavilla data al cronista de IlSole24Ore debba essere considerata come una semplice dichiarazioni estemporanea, senza un reale riferimento a quelle che saranno le strategie future di FCA.

Nel corso dei prossimi mesi, in ogni caso, FCA dovrà chiarire molti aspetti dei suoi piani futuri. Ad oggi, infatti, diversi stabilimenti europei attendono di conoscere il loro futuro. In Italia, con lo spostamento della Panda in Polonia, ci sono molti interrogativi su Pomigliano d’Arco mentre a Melfi con l’uscita di scena della Punto ed il calo delle richieste della Renegade c’è il rischio del ritorno della cassa integrazione (già applicata per diversi giorni tra giugno e luglio).

Nel frattempo a Kragujevac in Serbia la Fiat 500L non soddisfa le capacità produttive dello stabilimento. A conti fatti, una possibile versione europea della Fiat Argo potrebbe essere realizzata in diversi siti di produzione. Di certo, l’attuale Fiat Punto difficilmente resterà in produzione ancora per molto. La vettura, infatti, potrebbe uscire dalle linee di assemblaggio dello stabilimento di Melfi entro la fine dell’anno in corso.

Staremo a vedere quali saranno i progetti futuri di FCA per la gamma Fiat ed il segmento B del mercato europeo.

Fonte

Jeep Compass debutta in Italia con i “Compass Days”

Lancia Delta Integrale è l’auto del passato che gli italiani vorrebbero in strada