in

FCA: sciopero dei lavoratori dello stabilimento di Kragujevac, sede di produzione della 500L

Ecco le ragioni dello sciopero

Nonostante il lancio commerciale della nuova Fiat 500L, l’atteso restyling che ha il compito di rilanciare le vendite del modello su scala internazionale, nello stabilimento di Kragujevac in Serbia, dove viene prodotta sin dal suo debutto nel 2012 la 500L, la situazione non è certo delle migliori. 

Come riporta Serbian Monitor, infatti, circa 500 lavoratori del sito di produzione hanno dato il vita ad uno sciopero d’avvertimento chiedendo alla direzione dello stabilimento un incremento dello stipendio base a 45 mila dinari (poco meno di 400 Euro!!) e la riduzione del carico di lavoro per tutti i dipendenti che, oltre al proprio impiego, devono svolgere anche il lavoro dei colleghi in congedo per malattia o maternità. I lavoratori che hanno partecipato allo sciopero, inoltre, hanno chiesto il risarcimento spese per i costi di trasporto e l’erogazione del bonus di efficienza concordato.

Lo sciopero presso lo stabilimento di Kragujevac dovrebbe durare sino alla giornata di martedì. Stando a quanto riferisce il rappresentante sindacale Zoran Markovic, lo sciopero comporta l’arresto dell’attività di produzione della Fiat 500L per un’ora  ed il raduno di tutti gli operatori aderenti di fronte all’edificio dove ha sede il reparto amministrativo. Al momento, i sindacati non hanno rilasciato ulteriori dichiarazioni ala stampa.

Lo stop alla produzione potrebbe portare piccoli ritardi nelle consegne delle prime unità della Nuova Fiat 500L che, ricordiamo, è entrata in fase di produzione dalla fine dello scorso mese di maggio, poco dopo la presentazione ufficiale di Fiat.

Il nuovo restyling è importantissimo per il futuro della Fiat 500L e, di conseguenza, per lo stabilimento serbo e dei suoi lavoratori. Nel 2016, infatti, la 500L ha registrato una flessione del -2.6% delle vendite in Europa (nei primi 4 mesi de 2017 il calo si è accentuato a -12%) e del  -61% negli USA. Il restyling dovrà rilanciare le vendite del modello già in questi primi mesi di commercializzazione.

Ulteriori dettagli sulla questione potrebbero emergere già nel corso delle prossime ore.

Fonte

Alfa Romeo: 107 anni di storia in un video di 30 secondi

Jeep Wrangler 2018

Jeep Wrangler: la nuova generazione si mostra in video