in

Alfa Romeo: nello stabilimento di Cassino collaborazione con la Samsung, nasce la fabbrica 4.0

La FCA in collaborazione con la Samsung ha messo a punto soluzioni che facilitano il lavoro degli addetti in alcuni reparti.

Stabilimento FCA Cassino

FCA nei suoi vari stabilimenti italiani e non solo, cerca sempre di essere all’avanguardia, infatti ormai le diverse fabbriche non sono più come nel passato luoghi scuri e privi di innovazione, ma anzi adotta soluzioni per migliorare l’efficienza generale e la qualità costruttiva fin dai primissimi esemplari prodotti, che in genere scontano maggiori problemi di affidabilità a causa del necessario rodaggio di cui hanno bisogno i macchinari prima di entrare a regime e poter produrre senza nessun problema. Ricordiamo che nello stabilimento laziale di Cassino sono prodotte le due Alfa Romeo Giulia e Stelvio.

A Cassino in collaborazione con Samsung, nasce la fabbrica 4.0

FCA ha stretto una collaborazione molto importante in vista di sviluppi tecnologici, infatti è nata una stretta partnership con Samsung, il famoso marchio giapponese che si occupa di tecnologia. Alcuni operai sono stati dotati di smartphone e smartwatch, analoghi a quelli in vendita, cambia ovviamente il software, con l’obiettivo di accorciare i tempi, modernizzare l’intero ciclo produttivo e sgravare gli addetti sulle linee da alcuni carichi di lavoro, per mezzo degli smartwatch potranno convalidare un’operazione da remoto o chiedere l’intervento di un capo area senza doversi per forza recare ogni volta al computer del banco di lavoro perdendo tempo e sprecando energie. FCA insieme a Samsung ha scelto di utilizzare dispositivi “consumer”, e non quelli dedicati alle aziende, perché vengono aggiornati più di frequente e sono molto affidabili.

Smartphone all'interno dello stabilimento di Cassino
Nello stabilimento di Cassino vengono utilizzati smartphone con apposito programma per effettuare operazioni o chiedere assistenza

In questo modo Fiat Chrysler Automobiles vuole sviluppare il concetto di fabbrica 4.0, ovvero un posto di lavoro eco-sostenibile e tecnologico dove sono migliori i livelli di qualità, efficienza e digitalizzazione rispetto alle fabbriche delle tre precedenti rivoluzioni industriali.

Il processo di aggiornamento ai nuovi standard ha coinvolto in particolare la fabbrica laziale di Cassino, rinnovata dopo un investimento nell’ordine degli 1,3 miliardi di euro per ospitare la produzione delle Alfa Romeo Giulia e Stelvio, vetture di prestigio che devono sottostare a vincoli molto rigorosi in termini costruttivi.

Oggi la fabbrica è una delle più moderne che la FCA controlla nel mondo. Qui alcuni operai lavorano indossando un orologio digitale della Samsung, connesso a una rete wi-fi interna, che permette loro di sveltire alcune operazioni.

Gli smartwatch sono disponibili nei reparti dove si montano optional come ad esempio il climatizzatore a quattro zone, il collegamento per la tv di bordo e alcuni particolari in materiale composito sulla Giulia Quadrifoglio.

Grazie alla nuova tecnologia Cassino produce 612 vetture al giorno

L’utilizzo di smartphone e smartwatch è riservato per adesso a pochi settori, in particolare a quelli dove maggiore è la precisione richiesta negli assemblaggi. L’operaio riceve sullo smartwatch la lista delle operazioni da compiere sul veicolo e una volta completate le registra all’interno di un programma dedicato, questo rappresenta una grande innovazione, infatti le operazioni svolte dall’operaio non vengono più registrate su carta come prima.

L’implementazione di telefoni e smartwatch non è stata ancora definita nei reparti verniciatura e lustratura, dove invece la componente umana ha un rilievo minore, complice il grande lavoro svolto dai robot e dai macchinari.

Nuovo Jeep Compass

Jeep Compass: a Lisbona la prova internazionale per il nuovo Suv del gruppo FCA

Alfa-Romeo-Giulia art car

Alfa Romeo Giulia, la berlina di FCA diventa un’opera d’arte