in

Alfa Romeo Giulia: negli USA vendite ancora inferiori alle rivali, primi sconti in arrivo

Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio

Tra gli argomenti più caldi della scorsa settimana troviamo, senza dubbio, le prime stime di vendita dell’Alfa Romeo Giulia che, secondo diversi analisti di settore, sarebbero al di sotto delle attese di FCA che ha scelto di puntare sul progetto della berlina di segmento D per dare il via al programma di rilancio di Alfa Romeo su scala internazionale.

In Italia, le vendite della Giulia procedono molto bene con la berlina che ha già conquistato la leadership del suo segmento superando le rivali tedesche nonostante l’assenza di una versione station wagon. In Europa, in attesa di avere dati parziali precisi, la Giulia ha superato quota 2500 unità vendute ogni mese e presenta numeri in costante crescita anche se per il momento è ancora presto per trarre giudizi completi.

La Giulia si mostra, invece, al di sotto delle attese è il Nord America dove, anche a causa di una rete di distribuzione non capillare, la berlina di Alfa Romeo è ancora molto indietro rispetto alle dirette rivali. Negli USA da inizio anno (gennaio-maggio 2017) sono state vendute 2482 unità di Alfa Romeo Giulia (versione Quadrifoglio comprese) con una distribuzione su larga scala che è iniziata soltanto ad inizio febbraio.

Il confronto con le rivali mette in mostra gli ampi margini di miglioramento della berlina. Nel 2017, infatti, negli USA sono state vendute 15379 unità di Audi A4, 22584 unità (più 4365 A5) di BMW Serie 3 (più 15857 Serie 4) e 35436 unità di Mercedes Classe C. Per ora, la Giulia mette insieme risultati inferiori anche rispetto ad altre vetture “di nicchia” come la Lexus CT200h (3311), la Acura ILX sedan (3958), la Jaguar XE (4528) e la Cadillac ATS (6024).  

E’ probabile, inoltre, che una buona parte delle unità di Giulia vendute negli USA siano le super-sportive Giulia Quadrifoglio. I dati precisi, purtroppo, non sono ancora stati comunicati. Sottolineiamo come potrebbero esserci piccole differenze (nell’ordine di pochi punti percentuale) nel totale complessivo di ogni singolo modello a seconda delle fonti che hanno raccolto i dati. Il dato della Giulia (versione base + Quadrifoglio) è confermato dal comunicato stampa di FCA North America. 

alfa romeo giulia retro tre quarti grigio su strada

Da notare, inoltre, che al momento l’intero settore delle “Small And Midsize Luxury Car”, di cui fa parte la Giulia, è in calo del -3% negli USA. La stessa flessione la ritroviamo nei segmenti superiori. In generale, infatti, anche oltreoceano crossover e SUV continuano ad attirare nuovi clienti. E’ chiaro, quindi, che per avere un’idea più precisa delle vendite dell’Alfa Romeo Giulia negli USA sarà necessario attendere la fine dell’anno in corso quando la rete di distribuzione sarà più completa.

Primi sconti per attirare i clienti USA

Nel frattempo, Alfa Romeo USA ha avviato una serie di iniziative per attirare nuovi clienti. Al fine di sostenere al meglio la Giulia, infatti, Alfa Romeo sta iniziando a proporre diversi sconti sulla berlina, anche in versione Quadrifoglio, con la possibilità per i clienti americani di risparmiare sino a 3500 dollari sull’acquisto di un nuovo esemplare della vettura.

In sostanza, Alfa Romeo potrebbe avviare oltreoceano una politica più aggressiva per sostenere la diffusione della Giulia sul mercato locale in attesa del debutto dell’Alfa Romeo Stelvio, atteso per la fine dell’estate. Come abbiamo ripetuto in più occasioni, il SUV rappresenta il progetto chiave del programma di crescita di Alfa in Nord America.

Continuate a seguirci per tutti gli aggiornamenti sulle vendite di Alfa Romeo negli USA nel corso dei prossimi mesi.

Fonte: 1, 2

Marchioone Addio nel 2019 da FCA

Sergio Marchionne conferma il suo addio a FCA, ma prima ha un obiettivo da raggiungere

Richiamo problemi ABS Giulietta

Alfa Romeo Giulietta 22 auto richiamate, ecco cosa fare