in

Maserati Levante ibrido: lo sviluppo continua, debutto nel 2018

La versione ibrido plug-in garantirà lo stesso stile di guida delle altre varianti del SUV

Tra le novità in arrivo nei prossimi mesi per la gamma di Maserati, oltre al restyling della Ghibli già praticamente confermato per settembre in occasione del Salone di Francoforte 2017, c’è grande attesa per la versione ibrida plug-in del SUV Maserati Levante, il vero simbolo del piano di crescita di casa Maserati. Del progetto della versione ibrida del Maserati Levante si parla già da diverso tempo ed anche FCA ha confermato, in via praticamente ufficiale, il debutto di questa variante attesa nel corso del 2018. 

Stando a quanto emerso sino ad oggi, Maserati crede fortemente nel successo del nuovo Maserati Levante in versione ibrida plug-in tanto che le stime attuali prevedono che tale variante possa rappresentare circa il 10% delle vendite future del SUV che, ricordiamo, ha come obiettivo il target di 25-30 mila unità prodotte ogni anno. La versione ibrida del Levante, quindi, potrebbe raggiungere, o comunque avvicinare, le 3 mila unità vendute in tutto il mondo già nel primo anno di commercializzazione.

Stando a quanto dichiarato da Umberto Cini, numero uno di Maserati negli USA, il nuovo Levante in versione ibrida potrà garantire lo stile di guida tipico di una Maserati nonostante l’inedito sistema meccanico che caratterizzerà il SUV. Alla base del progetto del futuro Levante ibrido, infatti, troveremo un sistema basato sulla Chrysler Pacifica, la prima vettura ibrida di casa FCA che, ovviamente, presenta un carattere radicalmente differente rispetto a qualsiasi tipo di vettura di casa Maserati.

Nonostante la base tecnica di partenza sarà la stessa della Chrysler Pacifica, il nuovo Maserati Levante plug-in hybrid garantirà ai clienti lo stesso feeling delle altre varianti del SUV. La casa italiana apporterà, quindi, delle modifiche, più o meno marcate, al comparto tecnico al fine di esaltare la sportività del sistema ibrido e di garantire per il SUV un buon livello di performance.

Ricordiamo che, dopo il Levante, in casa Maserati già si progettano le varianti ibride di Ghibli e Quattroporte che arriveranno a distanza di alcuni mesi dalla versione ibrida del SUV prodotto a Mirafiori. Le versioni ibride delle due berline utilizzeranno lo stesso comparto tecnico del Levante. Il lavoro di personalizzazione ed ottimizzazione del sistema ibrido che troveremo alla base delle nuove versioni di Levante, Ghibli e Quattroporte sarà, quindi, fondamentale.

Maserati non ha alcuna intenzione di tradire lo spirito di sportività che caratterizza tutte le sue produzioni. Il debutto del nuovo Levante ibrido rappresenterà, quindi, un momento fondamentale per il futuro del brand. Ricordiamo che anche per il futuro di Alfa Romeo è atteso il debutto di varianti ibride dei nuovi modelli che, soprattutto per quanto riguarda i modelli di segmento E, potrebbero presentare diversi punti di contatto con i nuovi progetti di Maserati. Continuate a seguirci per saperne di più.

Fonte

Alfa Romeo, Fiat, Maserati, Ferrari, Jeep, FCA: le migliori notizie della settimana (22-28 maggio)

Jeep Wrangler Pick Up

Jeep Wrangler Pick Up: il debutto a fine 2018?