in ,

Abarth, un addio importante scuote la casa dello Scorpione

A sorpresa lascia il responsabile per la regione EMEA di Abarth, Paolo Gagliardo

abarth
abarth

In casa Abarth un addio importante scuote la casa automobilistica dello Scorpione. Da poche ore infatti è stato reso noto che Paolo Gagliardo, responsabile del brand italiano che fa parte di Fiat Chrysler Automobiles per la regione Emea, lascia il suo incarico per intraprendere altre opportunità lavorative. Si tratta di un cambiamento importante che molto probabilmente avrà delle conseguenze anche per quanto concerne gli obiettivi intrapresi dalla casa automobilistica italiana, con un possibile cambio di direzione almeno per quello che concerne la regione EMEA in cui il dirigente operava.

 

Abarth: l’addio di Paolo Gagliardo, responsabile dell’area EMEA

 

Paolo Gagliardo, era una figura molto importante all’interno di Abarth. Basti pensare che il dirigente ricopriva il ruolo di responsabile del brand italiano per Fiat Chrysler Automobiles dal 2015. In precedenza il top manager aveva fatto parte di Fiat Chrysler assumendo altri ruoli. Tra questi ricordiamo: Product Planning LCV & International dal 2013 al 2016, responsabile EMEA anche per i brand Lancia e Chrysler (2012–2013). COO della International Business Unit di Fiat,  VP Business Unit / Brand Unit / Product Development Worldwide in Piaggio SPA.

abarth
Abarth: cambio della guardia nella regione EMEA dove Paolo Gagliardo lascia la guida del gruppo

Paolo Gagliardo comunque vanta una grande esperienza anche al di fuori del gruppo italo americano guidato dal numero uno Sergio Marchionne. Dal 2004 al 2006, infatti, aveva ricoperto in Trenitalia il ruolo di direttore marketing. Non possiamo inoltre dimenticare che dal 1990 al 1999  aveva avuto un ruolo fondamentale anche all’interno di Ford Motor Company, occupandosi anche lì del settore Marketing & Sales. Vedremo nei prossimi giorni chi sarà il suo sostituto in Abarth. Si tratta del resto di una posizione molto delicata e che richiede dunque il nome giusto per poter garantire che in questa importante zona del mondo la casa automobilistica dello Scorpione possa continuare a crescere così come fatto negli ultimi tempi.

Fiat Chrysler

Fiat Chrysler: cresce del 4,8 per cento in Francia ad Aprile 2017

Alfa Romeo continua a crescere in Francia ne 2017: ecco i numeri