in

Alfa Romeo Giulia e Stelvio: a Cassino aumenta la produzione

A maggio saranno prodotte 100 unità in più al giorno

I primi positivi riscontri commerciali in Europa, l’espansione delle vendite in Nord America e l’imminente sbarco in Cina hanno un effetto positivo sulla produzione di Alfa Romeo Giulia e Alfa Romeo Stelvio nello stabilimento di Cassino dove, a partire dall’inizio del mese di maggio, è previsto un notevole incremento del numero di esemplari prodotti giornalmente.

A partire dal prossimo mese, infatti, lo stabilimento di Cassino sfornerà 300 unità di Stelvio e Giulia per turno su due turni di produzione contro le attuali 250 unità prodotte in ogni turno nel mese di aprile. L’incremento delle unità prodotte servirà, soprattutto, per garantire una capillare distribuzione dello Stelvio in tutti i principali mercati. Il nuovo D-SUV di casa Alfa Romeo, infatti, ha già raccolto 10 mila ordini in Europa nella prima fase di commercializzazione e, ora che la gamma è completa, grazie alla disponibilità anche delle versioni entry level benzina e diesel, i numeri di vendita sono destinati a salire in modo repentino.

Per i momento, è bene sottolineare, non conosciamo l’esatto rapporto tra unità prodotte di Giulia e di Stelvio ed, allo stesso modo, non sappiamo se l’incremento della produzione servirà a soddisfare le numerose richieste in arrivo da tutti i principali mercati mondiali dei due modelli di nuova generazione di Alfa Romeo.

In questo secondo trimestre del 2017, infatti, Alfa Romeo sta progressivamente espandendo la distribuzione della Giulia e dello Stelvio raggiungendo mercati “minori” dell’area europea come la Turchia e l’Ucraina ed incrementandola disponibilità della Giulia Veloce, la version sportiva della berlina meno potente ma più economica rispetto alla Quadrifoglio, che ora può essere acquistata anche nel Regno Unito.

Per avere un’idea precisa sui reali volumi di produzione dei nuovi modelli di casa Alfa Romeo sarà necessario attendere i risultati di vendita del secondo trimestre dell’anno in corso (aprile – giugno) che ci permetteranno di avere un quadro completo sulla situazione. Per ora, le prime stime evidenziano come per il 2017 a Cassino dovrebbero essere prodotte circa 110 mila unità di Giulia e Stelvio con un rapporto che verrà stabilito a seconda delle effettive richieste da parte del mercato.

Nel frattempo, l’avvio della produzione ad alto regime di Giulia e Stelvio ha portato un incremento della forza lavoro nello stabilimento di Cassino con 750 nuovi assunti con contratto interinale a 4 mesi e lo spostamento di circa 300 lavoratori dal vicino stabilimento di Pomigliano d’Arco che vanno ad aggiungersi agli oltre 4 mila dipendenti già in forza a Cassino. Per il momento, in conclusione, non ci resta che attendere i prossimi sviluppi sulla situazione e la pubblicazione dei nuovi dati di vendita che ci permetteranno di avere un’idea ben più chiara sul reale interesse dei mercati internazionali per i nuovi modelli di Alfa Romeo. Le premesse per un successo sono davvero concrete. Continuate a seguirci per tutti gli aggiornamenti.

Alfa Romeo logo

Alfa Romeo: Sergio Marchionne non svela il futuro

Alfa Romeo Stelvio

Alfa Romeo Stelvio, già oltre 10 mila ordini in Europa, bene anche Giulia