in

Fiat Chrysler: le parole di Ralph Gilles al Salone di New York

Il capo del design di Fiat Chryser Automobils, Ralph Gilles, rilascia interessanti dichiarazioni alla stampa

Ralph Gilles Fiat Chrysler
Ralph Gilles Fiat Chrysler

Il capo del design di Fiat Chrysler Automobiles, Ralph Gilles, ha detto in un’intervista a Efe che in un mondo sempre più globalizzato, bisogna rispettare e prestare particolare attenzione alle differenze culturali di ogni continente e paese. Gilles, 47 anni, è un esempio del nuovo cittadino globale essendo nato in Canada, all’interno di una famiglia che è emigrata in quel paese da Haiti e poi aver vissuto negli Stati Uniti dove ora è responsabile della progettazione di Fiat Chrysler.

Fiat Chrysler: a New York parla Ralph Gilles capo del design

Gilles trascorre gran parte della sua tempo viaggiando tra i continenti. “Il mio lavoro non è mai noioso”, ha detto Gilles con un grande sorriso al Motor Show di New York 2017 che si sta tenendo in questi giorni  nella famosa metropoli degli Stati Uniti.”Il mio lavoro è incredibile perché abbiamo tante marche,” ha detto. “Stiamo imparando che alcune marche sono accettate in tutto il mondo come Jeep che sta crescendo in tutto il mondo.

E allo stesso tempo ci sono brand che sono più regionali, esempio è quello che rappresenta per il Nord America  un marchio come Ram “, ha continuato. Gilles gestisce il design dei marchi che fanno parte di Fiat Chrysler Automobiles (Alfa Romeo, Chrysler, Dodge, Fiat, Maserati, Jeep e Ram) realizzato nei centri stile FCA che si trovano a Auburn Hills (USA), Torino, America Latina e Cina.

Gilles, che è diventato recentemente oggetto di un capitolo della serie Netflix “The Art of Design Abastract” riconosce che la sua storia personale di multiculturalismo lo aiuta molto nel suo lavoro. “I miei genitori provengono da Haiti, sono nato in Canada, siamo tornati negli Stati Uniti e passo un sacco di tempo in Italia. La mia visione del mondo è globale, questo mi fa capire veramente che questo mondo ha molte sfumature, con incredibili costumi regionali che dobbiamo rispettare “, ha detto.

Bisogna rispettare le culture dei singoli paesi nel realizzare una vettura

“L’errore che abbiamo fatto negli scorsi anni,  è stato quello di progettare un singolo prodotto semplicemente  ed esportarlo in tutto il mondo, senza tenere in considerazione quello che i mercati regionali voleva davvero. Parte del nostro successo è quello di ascoltare attentamente quello che vogliono i mercati locali “, ha detto.

A questo proposito, Gilles conferma che la progettazione degli ultimi modelli Jeep,che Fiat Chrysler mira a trasformare in un marchio veramente globale, è stata una sfida. “All’inizio è stato molto difficile progettare le nuove Jeep Renegade e Compass perché sapevamo che sarebbero stati veicoli da esportare in più continenti e il pubblico sarebbe dunque stato molto diverse”, ha detto.

“Abbiamo riscontrato che i clienti hanno punti di vista molto diversi su ciò che vogliono dentro la propria auto. Fuori, in gran parte tutti sono d’accordo. Ma dentro, i materiali e i colori che questi vogliono sono diversi. ”

“Quindi includiamo flessibilità. Quando progettiamo, facciamo in modo che il veicolo sia modulare, e possa modificarsi in base ai mercati. E anche nello stesso paese, generazioni diverse hanno punti di vista diversi, ciò aggiunge una nuova sfida “, ha detto Gilles. “Non sono qui per imporre il design, ma per imparare. Ho sempre rispettato la cultura.”

“Le culture si evolvono e noi dobbiamo essere agili “, ha concluso. Sul futuro della progettazione dei veicoli in un settore che sembra destinato a essere dominato dai veicoli a guida autonoma in cui il conducente può scomparire, Gilles sostiene che il progetto sarà fondamentale. “Anche se sarà un veicolo autonomo, la vettura dovrebbe suscitare emozioni. Il progetto dovrebbe  avere un legame emotivo con i passeggeri e dovrebbe dire qualcosa su chi è il proprietario del veicolo.”

Ralph GIlles Alfa Romeo
Ralph Gilles, capo del design di Fiat Chrysler Automobiles ha parlato al Salone di New York 2017

“La gente ha sempre rispettato le cose belle ” di Gilles

“La gente ha sempre rispettato le cose belle “, ha detto. “Il design è importante. D’altra parte credo che alcune cose avverranno solo in un lontano futuro. Alcune possono accadere presto, ma in piccole quantità. Il mercato è così vario e gli interessi delle persone così diversi che ci sono molti consumatori. Quindi stiamo andando a utilizzare i nostri marchi in un modo che abbia senso per questi consumatori “, ha detto.

Museo Fratelli Cozzi Alfa Romeo

Alfa Romeo: per TripAdvisor il Museo Fratelli Cozzi è un’eccellenza

Fiat X6H

Fiat X6H dovrebbe rappresentare una nuova fase per la casa italiana in Brasile