in

Maserati: obiettivo 55 mila immatricolazioni, parola di Reid Bigland

Reid Bigland, numero uno di Maserati parlando con la stampa al Salone auto di New York parla di crescita a due cifre nel 2017

Maserati reid Bigland
Maserati reid Bigland

Nel 2017 Maserati potrebbe crescere a due cifre, lo ha confermato il numero uno della casa automobilistica del Tridente, Reid Bigland, amministratore delegato del brand modenese di Fiat Chrysler Automobiles parlando alla stampa al New York Auto Show 2017. Il top manager ha confermato che continuando così le cose anche nel 2017 Maserati crescerà rispetto allo scorso anno, questo dopo che già nel 2016 rispetto al 2015 vi era stato un incremento del 30 per cento sulle immatricolazioni che erano arrivate a quota 42 mila grazie in particolare alle oltre 15 mila consegne che aveva caratterizzato l’esordio sul mercato del Suv Maserati Levante. 

Maserati: per la fine del 2017 obiettivo 55 mila immatricolazioni

Il mese di marzo 2017 per Maserati negli Stati Uniti è stato molto positivo con una crescita del 32 per cento, ancora meglio le cose sono andate se si guarda al primo trimestre del 2017 periodo in cui in America il Tridente è cresciuto del 56 per cento. Guardando alle vendite globali nei primi tre mesi del 2017 la crescita del marchio italiano che fa parte di Fiat Chrysler Automobiles è stata dell’89 per cento.

E’ difficile ipotizzare che rimarrà questa la crescita tuttavia secondo Redi Bigland vi sono grosse probabilità che si possa crescere in doppia cifra come avvenuto del resto lo scorso anno. L’obiettivo credibile secondo il top manager è quello di sfondare quota 55 mila immatricolazioni con il Suv Levante che potrebbe avvicinarsi di molto a quota 30 mila e cioè il doppio dello scorso anno.

Per il raggiungimento del traguardo fondamentale sarà fare bene in Asia ed in particolare in Cina

Per raggiungere questo obiettivo molto importante sarà ovviamente il mercato degli Stati Uniti. Questo senza dimenticare l’Asia un continente dove per il momento la crescita di Maserati è molto elevata. Questo vale in particolare per la Cina dove nel primo trimestre del 2017 Maserati è cresciuto di oltre il 100 per cento. Meno bene invece la situazione in Medio Oriente una zona comunque che da sempre è molto difficile per la casa automobilistica del Tridente.

Il Tridente si difende bene nel vecchio continente

Lo scarso risultato medio orientale è comunque compensato dall’ottimo andamento che le vetture della sua gamma stanno avendo nel vecchio Continente. In Europa infatti almeno per quanto riguarda i principali mercati Maserati si difende bene e cresce un po’ dappertutto.

Maserati Ghibli Nerissimo
Maserati Ghibli Nerissimo:  una delle novità più importanti presenti da oggi al Salone dell’auto di New York 2017

Entro la fine del 2018 è fattibile il raggiungimento delle 70 mila immatricolazioni annue

La settimana prossima Reid Bigland volerà in Cina dove sarà presente al Salone dell’auto di Shanghai 2017 evento molto importante per la casa italiana e più in generale per tutta Fiat Chrysler che punta forte sul mercato cinese per crescere ulteriormente nel mondo dei motori e conquistare nuove fette di mercato.

Nel proseguimento della stagione capiremo se realmente Maserati riuscirà a raggiungere i propri obiettivi di vendita. Ricordiamo che nei prossimi anni l’obiettivo è quello di superare le 70 mila immatricolazioni. Alla luce dell’ottimo andamento di questo 2017 è facile prevedere che tale risultato possa essere già raggiunto per la fine del 2018.

Jeep Yuntu Concept

Jeep Yuntu Concept: il nuovo Suv totalmente elettrico di FCA

Fiat Chrysler

Fiat Chrysler inaugura nuovo Motor Village in Marocco