in

Alfa Romeo Giulia: il rottame di uno dei primi esemplari venduti in USA all’asta a partire da 225 dollari

Stanno facendo molto scalpore le immagini del rottame di un’Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio messo all’asta in USA

Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio
Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio

Negli Stati Uniti stanno facendo molto scalpore le immagini trapelate sul web del rottame di un esemplare di Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio messo all’asta al prezzo di partenza di 225 dollari. Si tratterebbe di uno dei primi modelli ad essere venduti negli Stati Uniti della nuova berlina di segmento D del Biscione con la quale il brand milanese di Fiat Chrysler Automobiles intende tornare grande nel mondo dei motori ed in particolare nel segmento premium del mercato auto. Questo veicolo a causa di un incidente è andato completamente distrutto e adesso viene messo all’asta da Copart ad un prezzo bassissimo in quanto l’incidente ha causato un danneggiamento piuttosto grave del veicolo.

Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio: un rottame messo all’asta a 225 dollari

Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio negli Stato Uniti presenta un prezzo di partenza di oltre 70 mila dollari dunque fa molta impressione che la vettura venga proposta a questo prezzo, ma guardando le immagini si capisce subito il motivo. Infatti ormai della vettura è rimasto solo il ricordo è difficile guardando quei rottami capire che si tratta veramente di una Giulia Quadrifoglio. Attualmente l’asta che già è iniziata è arrivata a 1550 dollari. Gli esperti presumono che alla conclusione dell’asta il prezzo dovrebbe aggirarsi intorno ai 2 mila dollari o poco più.

 

Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio
Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio: ecco le immagini del rottame messo all’asta negli USA

Ricordiamo che Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio vive un momento di grande popolarità negli Stati Uniti visto il grande dispiegamento di forze da parte di Fiat Chrysler Automobiles per pubblicizzare le vendite del nuovo modello che potrebbe far tornare grande il Biscione negli Stati  Uniti. Gli Usa del resto al pari della Cina vengono considerati come i mercati fondamentali per il successo commerciale di questo modello che potrebbe garantire il ritorno del Biscione ad alti livelli nel segmento premium del mercato auto.

Jeep Grand Cherokee Trackhawk

Jeep Grand Cherokee Trackhawk: ecco il SUV super sportivo da 717 CV

Maserati potrebbe sbarcare in Formula E, parola di Sergio Marchionne