in

Fiat Chrysler: John Elkann conferma che Sergio Marchionne andrà via nel 2019, i possibili sostituti

Il sostituto di Sergio Marchionne arriverà dall’interno di Fiat Chrysler, lo ha annunciato il Presidente John Elkann

Fiat Chrysler
Fiat Chrysler

Era stato lo stesso Sergio Marchionne a dire che avrebbe lasciato le redini del gruppo Fiat Chrysler alla scadenza naturale del suo mandato. Adesso però arriva anche la conferma del Presidente del gruppo italo americano, John Elkann, il quale parlando con la stampa nelle scorse ore ha confermato che nei primi mesi del 2019 dopo aver completato il suo lavoro per quanto concerne il 2018, Sergio Marchionne rassegnerà le dimissioni da amministratore delegato di FCA. Si tratta dunque dell’ulteriore conferma a quello che già si sapeva da tempo e cioè che presto le strade di FCA e Sergio Marchionne si separeranno.

John Elkann conferma che Marchionne lascerà la guida di Fiat Chrysler nel 2019

L’attuale amministratore delegato di Fiat Chrysler comunque rimarrà per qualche anno ancora nel mondo dei motori. Infatti almeno fino al 2021 Marchionne dovrebbe rimanere alla guida di Ferrari. Per quanto riguarda il suo sostituto in FCA, così come detto dallo stesso Marchionne anche John Elkann lascia intendere che il sostituto arriverà da dentro lo stesso gruppo italo americano. Del resto la società può vantare molti manager di alto livello e tra uno di questi verrà dunque scelto l’erede di Sergio Marchionne. Molto probabilmente il nome del prescelto verrà già fatto trapelare alla fine del 2018. Potrebbe essere lo stesso Marchionne a dare l’annuncio del nome del suo sostituto.

Alfredo Altavilla e Reid Bigland in pole position per la sua sostituzione

Tra i nomi più papabili per la sostituzione dell’attuale amministratore delegato di Fiat Chrysler, in pole position vi sarebbe Alfredo Altavilla, attuale Chief Operating Officer Europe, Africa and Middle East (EMEA), posizione che ricopre dal 12 novembre 2012. Altavilla inoltre  è anche Head of Business Development e membro del Group Executive Council (GEC) dal 1° settembre 2011. Il suo nome sarebbe molto apprezzato dallo stesso John Elkann. Tra gli altri nomi che si fanno per la successione di Sergio Marchionne, uno di quelli più forti è sicuramente quello dell’attuale amministratore delegato di Alfa Romeo e Maserati, Reid Bigland.

Sergio Marchionne
Sergio Marchionne

Non si escludono però nomi a sorpresa

Bigland negli scorsi anni come responsabile di FCA in Nord America ha ottenuto importanti risultati che hanno attirato su di lui le attenzioni dei vertici di FCA che infatti lo hanno voluto alla guida dei due brand italiani che cercano il rilancio nel segmento premium del mercato auto nei prossimi anni.

Ovviamente non si esclude nella successione a Marchionne che possa anche arrivare un nome a sorpresa tra i tanti manager validi che operano attualmente all’interno di Fiat Chrysler. Nella seconda metà del 2017 è facile ipotizzare che qualche indizio in più potrebbe arrivare sul nome del prossimo amministratore delegato di FCA, che avrà l’arduo compito di non far rimpiangere Marchionne e portare a termine il suo lavoro.

Ferrari

Ferrari: ecco perchè non vedremo mai vetture di Maranello con colori sgargianti

Maserati

Maserati partner ufficiale al Brewin Dolphin Velo Series nel Regno Unito