in

FCA: a marzo 2017 molto male in USA, ma Alfa Romeo cresce tantissimo

Alfa Romeo unica nota lieta di FCA in USA, il gruppo italo americano perde ancora terreno

Fiat Chrysler
Fiat Chrysler

FCA, a differenza di quanto sta avvenendo in Europa, perde colpi negli Stati Uniti. Le vendite del gruppo italo americano del numero uno, l’amministratore delegato Sergio Marchionne anche nel mese di marzo 2017 che si è concluso negli scorsi giorni ha subito un pesante calo delle vendite pari a -5 per cento rispetto allo stesso mese del 2016.

Si tratta ovviamente di una notizia per nulla lusinghiera per l’azienda che continua a registrare un abbassamento del gradimento dei suoi veicoli da parte degli americani. Tra l’altro questo risultato fa ancora più male per il semplice fatto che le previsioni erano positive e prevedevano per FCA una crescita del 2,7 per cento. 

FCA: molto bene Alfa Romeo, Dodge, Ram e Maserati

Non tutto quello che arriva dagli Stati Uniti per FCA è però negativo in questo mese di marzo che si è appena concluso. Ad esempio i brand Dodge e Ram hanno ottenuto risultati positivi con una crescita rispettivamente del 10 e del 6%. Molto bene anche Alfa Romeo e Maserati che rispettivamente con 555 e 1.312 unità ottengono una crescita del 1.191 e del 32 per cento.

Ancora una volta dunque per il Biscione la crescita è mostruosa, essendo pari ad oltre il mille per cento. Merito ovviamente della nuova berlina di segmento ‘D’ Alfa Romeo Giulia, che sembra essere stata ben accolta sul mercato USA in questi primi mesi di esordio in concessionaria e delle scarsissime vendite ottenute in Usa a marzo 2016.

Molto male invece Jeep e Fiat

Arriviamo però alle tante note dolenti. Ad esempio le vendite di Fiat sono calate tantissimo facendo un paragone con lo stesso mese dell’anno precedente. La più importante casa automobilistica italiana ha visto contrarre le proprie immatricolazioni del 5 per cento.Unica nota positiva per il brand di Torino è rappresentata dalla crescita in misura del 12 per cento di Fiat 500, la celebre city car considerata da quelle parti come una vera e propria icona automobilistica del Made in Italy.

fca
Fca: negli Stati Uniti a Marzo 2017 ancora in calo il gruppo italo americano del numero uno Sergio Marchionne

Perde terreno anche Ford e GM cresce meno delle attese

Anche Jeep va molto male. La celebre casa automobilistica americana di FCA si fa segnalare per aver perso l’11 per cento rispetto a marzo 2016. Questo nonostante il grande risultato della top di gamma Jeep Grand Cherokee, che cresce del 22 per cento. Per il resto segnaliamo che  Ford perde il 7,2 per cento, mentre Gm cresce di poco +1,6 per cento ma le aspettative erano molto più elevate. 

Fiat Chrysler

Fiat Chrysler: notizie positive dalla Spagna a marzo 2017

Fiat Toro Suv

Fiat Toro Suv: primo avvistamento in Brasile?