in ,

Alfa Romeo: insieme a Porsche, Audi e Lamborghini presente alla riunione sul futuro della F1

Nella riunione sul futuro della Formula 1 a Parigi presente oggi anche Alfa Romeo insieme ad Audi e Porsche

Oggi a Parigi la FIA ha convocato un’importante riunione per parlare con i massimi esponenti del mondo dei motori sul futuro della Formula Uno dopo il 2021 quando scadranno gli attuali accordi che regolano il campionato. Alla riunione hanno preso parte così come rivela l’Ansa anche rappresentanti di Alfa Romeo, Audi, Porsche e Lamborghini.

Alfa Romeo alla riunione della Fia di Parigi

Ovviamente la presenza della casa automobilistica del Biscione per la quale era presente tra gli altri l’ex amministratore delegato Harald Wester fa pensare ad un imminente ritorno in Formula Uno della casa automobilistica milanese che fa parte del gruppo italo americano Fiat Chrysler Automobiles. 

Questo ovviamente non significa automaticamente che il ritorno di Alfa Romeo in Formula uno sia vicino. Questo infatti possibilmente avverrà solo tra alcuni anni. In ogni caso  del ritorno del Biscione in F1 si parla ormai da tanto, è stato lo stesso numero uno di Fiat Chrysler Automobiles  e Presidente di Ferrari Sergio Marchionne a dire che prima o poi il brand milanese sarebbe tornato a dire la sua nel mondo delle corse ed in particolare in F1.

La presenza di Harald Wester dunque non fa altro che gettare altra benzina sul fuoco degli entusiasmi di tutti coloro i quali si augurano al più presto di un clamoroso e atteso ritorno. Vedremo dunque se finalmente nei prossimi mesi in proposito ci saranno novità importanti.

 

Marchionne: “Ritorno in F1? Sì, con telaio e motori Alfa Romeo”
Si avvicina sempre di più il ritorno di Alfa Romeo in Formula Uno, con Harald Wester che partecipa alla riunione della FIA

Quello che è sicuro è che in un primo momento Alfa Romeo avrà bisogno dell’aiuto di Ferrari che fornirà, tecnici, strutture e conoscenze ai membri del team del Biscione che così come indicato da Sergio Marchionne quando tornerà in F1 lo farà con una propria scuderia e non in collaborazione con qualche altra squadra.

Alfa Romeo Stelvio ‘doppia’ Giulia nel numero di auto prodotte a Cassino

Fiat Chrysler: anche a maggio e giugno incubo Cassa integrazione a Maserati Grugliasco