in

Alfa Romeo: grazie alle vendite di Giulia e Stelvio vola la produzione a Cassino

Per lo stabilimento Fiat Chrysler di Cassino le cose sembrano procedere al meglio grazie alle nuove auto di Alfa Romeo

Alfa Romeo
Alfa Romeo, dalla Regione Lazio 3,5 mln euro per Cassino

Lo stabilimento Fiat Chrysler Automobiles di Cassino vive un momento estremamente positivo della sua storia. Con l’imminente commercializzazione di Alfa Romeo Giulia e Stelvio nei principali mercati auto del mondo infatti la produzione sta raggiungendo i massimi livelli. Non a caso in questo momento sono oltre 5 mila i lavoratori impegnati nella produzione delle nuove vetture della storica casa automobilistica del Biscione.

L’altro giorno le vendite di 350 unità di Alfa Romeo Giulia in Cina in appena 33 secondi prodotte proprio a Cassino hanno galvanizzato i lavoratori dello stabilimento che sperano di vedere crescere ulteriormente le ordinazioni nei prossimi mesi quando anche il Suv Alfa Romeo Stelvio sbarcherà finalmente negli Stati Uniti e in Cina.

Ovviamente soddisfatti i sindacati che sperano a questo punto che nei prossimi mesi possano partire nuove assunzioni così come promesso negli scorsi mesi dai dirigenti di Fiat Chrysler Automobiles ed in primis dal numero uno, l’amministratore delegato Sergio Marchionne. 

Da diverso tempo si è capito che lo stabilimento FCA di Cassino sito a Piedimonte San Germano è decisivo per il rilancio di Alfa Romeo. Infatti dal successo commerciale di Giulia e Stelvio molto dipende il futuro della casa del Biscione ed il raggiungimento dell’obiettivo delle 400 mila immatricolazioni annue da raggiungere entro il 2020.

Leggi anche: Alfa Romeo Stelvio: in Cina potrebbe fare il ‘botto’

Alfa Romeo
Alfa Romeo Cassino

Leggi anche: Museo Alfa Romeo di Arese, respinto il ricorso di FCA

Inoltre ricordiamo anche che dei successi dello stabilimento Fiat Chrysler di Cassino beneficia tutto l’indotto della zona che infatti negli ultimi tempi ha visto crescere la propria economia grazie ai massicci investimenti fatti dal gruppo italo americano per il rilancio del sito produttivo al fine di poter produrre due veicoli così importanti come Giulia e Stelvio. Vedremo dunque se realmente nei prossimi mesi verranno annunciati nuovi posti di lavoro in questa importante fabbrica.

Alfa Romeo Stelvio

Alfa Romeo Stelvio: in Cina potrebbe fare il ‘botto’

fiat-chrysler

Fiat Chrysler indagata anche in Australia per presunte violazioni dei livelli di emissione