in

Maserati saluta il Salone di Ginevra: Il tridente ha mostrato due edizioni speciali

Maserati è stata protagonista al Salone dell’auto di Ginevra con due edizioni speciali della GranTurismo

Per festeggiare un anno record che ha registrato l’immatricolazione di 42.100 automobili nel 2016, Maserati ha presentato al Salone dell’auto di Ginevra due edizioni speciali della GranTurismo. Il marchio italiano ha saggiamente atteso lo svolgimento della 87 ° Salone di Ginevra per svelare due edizioni speciali di una delle sue vetture più iconiche.

Andando indietro nel tempo, vediamo che la prima Maserati Gran Turismo è stata lanciata nel 1957. Questo modello, la 3500 GT, è stata una vera e propria rivoluzione per il marchio italiano. Sessanta anni dopo, il produttore italiano di vetture di lusso che fa parte di Fiat Chrysler Automobiles, ha deciso di onorare questo veicolo a Ginevra.

Maserati: omaggio alla GranTurismo del 1957

Il marchio ha mostrato quindi nel suo stand in questa edizione della manifestazione che si conclude domani, la Maserati GranTurismo Sport “Special Edition”. Si tratta di una versione che rappresenta un chiaro omaggio e riferimento al suo antenato. Questo veicolo è dotato di un propulsore di derivazione Ferrari V8 4,7 litro da 460 CV, che consente di raggiungere una velocità massima di 300 km / h.

Dispone anche di un cambio automatico a sei rapporti, cinque modalità di guida e un tettuccio in fibra di carbonio. La sua sorella gemella, o quasi, la Maserati GranCabrio Sport “Special Edition”, utilizza lo stesso motore per una velocità massima leggermente inferiore e caratteristiche simili, tranne l’assenza del cambio automatico MC Shift, disponibile sulla GranTurismo. Queste edizioni limitate di questi due veicoli eccezionali arriveranno sul mercato in appena 400 unità. 

Sempre a al Salone dell’auto di Ginevra 2017, Maserati ha anche esposto il primo Suv della sua Storia: Maserati Levante. Questo è avvenuto inaugurando il nuovo modello con interni griffati da Ermenegildo Zegna in tessuto 100% seta. Ermenegildo Zegna ha sviluppato questo nuovo tessuto di seta soprattutto per Maserati. Questo nuovo tessuto di seta “Chevron” beige accoppiato con pelle pieno fiore beige ha trovato spazio sui sedili anteriori e posteriori della vettura in questione.

Lo stesso materiale viene utilizzato per coprire i pannelli delle portiere, mentre il tetto e le alette parasole sono rivestiti con una maglia di seta firmata sempre da Zegna. Un’etichetta con il logo Zegna mette in evidenza il lusso di questa combinazione di interni, sposato con una pelle nera premium che copre completamente la parte superiore della plancia.

Leggi anche: Alfa Romeo: la piattaforma Giorgio sarà utilizzata da Maserati, Jeep e Dodge

Maserati GranTurismo
Maserati GranTurismo protagonista al Salone dell’auto di Ginevra 2017 con versioni speciali in edizione limitata

Leggi anche: Alfa Romeo Giulia contro Audi A4 2.0T, Mercedes C300, Lexus IS 200T FS, Cadillac ATS, Jaguar XE 25T, BMW 330I, Volvo S60 T6 e Infiniti Q50

I nuovi interni Zegna beige arricchiscono ulteriormente l’attuale linea del Suv. Gli interni sono disponibili anche in colore antracite seta combinata con pelle pieno fiore di colore nero, rosso o tabacco. La Maserati a Ginevra ha anche presentato l’intera gamma del marchio, comprese le berline Ghibli e Quattroporte (e GranSport GranLusso) e la vettura di maggior successo, il Levante S. Ovviamente il suo stand è stato uno dei più visitati in assoluto decretando il successo e la popolarità che nel 2017 è tornata a livelli altissimi per questo brand. 

Fiat Panda Natural Power

Fiat Panda Natural Power, prodotto esemplare che va a gas fognario

Alfa Romeo Stelvio

Alfa Romeo, Fiat, Ferrari, Maserati, Jeep, FCA: le migliori notizie della settimana (13-19 marzo)