in

Alfa Romeo introdurrà un modello ibrido nel giro di pochi anni

Alfa Romeo Logo 2015
Il nuovo logo Alfa Romeo 2015 debutta insieme a Giulia.

Alfa Romeo introdurrà un modello ibrido nel giro di pochi anni. Lo ha confermato nelle scorse ore il Direttore tecnico di Alfa Romeo, Roberto Fedeli, nel corso di un’intervista rilasciata a Yahoo.co.uk di questa settimana che è stata registrata durante il Salone dell’auto di Ginevra 2017. Il dirigente del Biscione ha detto che immagina un futuro ibrido di Alfa Romeo in cui le sue auto siano in grado di regolare le proprie prestazioni tramite un selettore che può a seconda delle esigenze e delle situazioni impostare ad esempio la modalità ibrida eco-friendly, oppure la modalità ‘dinamica’ per ottenere prestazioni di livello elevato.

Alfa Romeo: l’ibrido è nel suo futuro, parola di Roberto Fedeli

“Posso immaginare un ibrido le cui prestazioni possono essere regolate dai conducenti mediante un interruttore che modifica in diretta il DNA della macchina”, ha detto Fedeli. L’ingegnere italiano ha detto che il peso significativo delle batterie agli ioni di litio sta tenendo al momento lontana la casa automobilistica dalla produzione di motori ibridi. Il peso è un buon modo per rovinare la dinamica di guida di una macchina, un fatto che in AlfaRomeo incide molto. Questo fa si che fino a quando le batterie non saranno più leggere sarà difficile vedere modelli ibridi del Biscione.

Roberto Fedeli
Roberto Fedeli: direttore tecnico di Alfa Romeo parla delle future auto ibride del Biscione

Leggi anche: Alfa Romeo, la piattaforma Giorgio sarà la base della futura Jeep Grand Cherokee

” Gli Ibridi di Alfa Romeo dovranno essere modelli di altissimo livello, ma il peso è attualmente un grosso problema,” ha detto. “Quando le batterie saranno abbastanza leggere noi le utilizzeremo per migliorare le prestazioni delle nostre auto in tutta la nostra gamma.” Insomma, Roberto Fedeli ancora una volta ha dimostrato di avere le idee chiare su quello che sarà il futuro del Biscione nel mondo dei motori.

 

Alfa Romeo, la piattaforma Giorgio sarà la base della futura Jeep Grand Cherokee

Jeep: nuove conferme su di un crossover più compatto della Renegade