in

Fiat Chrysler: Volkswagen smentisce qualsiasi contatto

Fiat Chrysler
Fiat Chrysler

Matthias Muller, numero uno di Volkswagen, in un’intervista rilasciata alla Reuters nelle scorse ore ha smentito seccamente la possibilità che con Fiat Chrysler vi possano essere stati dei colloqui di recente. Muller sostiene di non essere pronto a nessun colloquio con il gruppo italo americano e di non vedere Sergio Marchionne da molti mesi. Ieri il numero uno di FCA aveva detto che non si sarebbe sorpreso di eventuali teefonate di Volkswagen, in quanto dopo la cessione di Opel da General Motors ai francesi di PSA, un’alleanza tra FCA e VW sarebbe convenuta molto ad entrambi, visto e considerato che la leadership del settore in Europa del gruppo tedesco adesso è a rischio.

Insomma Volkswagen ha smentito seccamente le parole di Sergio Marchionne. Occorre capire se si tratta di una tattica oppure realmente non c’è nulla di concreto dietro le affermazioni del numero uno di Fiat Chrysler Automobiles. Questo lo scopriremo più avanti quando eventuali trattative emergeranno qualora realmente i due gruppi, così come vociferano i soliti bene informati, sono davvero in contatto. Nel frattempo in FCA si continua a discutere dei grandi cambiamenti che arriveranno per quanto riguarda la fabbrica di Pomigliano. Il prossimo 31 marzo sapremo quali modelli verranno prodotti in futuro in quel luogo.

Leggi anche: Fiat Panda via da Pomigliano entro il 2020, lo conferma Sergio Marchionne

Sergio Marchionne
Sergio Marchionne, chief executive officer of Fiat Chrysler Automobiles

Leggi anche: Fiat Chrysler: Sergio Marchionne non esclude alleanza con Volkswagen

Nel frattempo dobbiamo prendere atto che i sindacati hanno mostrato alcune perplessità dinnanzi a tali novità che vedrebbero la produzione di Fiat Panda forse spostata in Polonia. Visto il numero di Panda prodotte a Pomigliano ogni anno, infatti non sarà facile rimpiazzare la celebre city car dal punto di vista dei livelli produttivi per garantire ai 4500 dipendenti la piena occupazione. 

Alfa Romeo Stelvio: vendite record in questa prima fase

FCA: i sindacati chiedono chiarimenti sul futuro della produzione in Italia