in

Alfa Romeo Giulia: vendite inferiori alle rivali tedesche in Italia ma il sorpasso è vicino

Come abbiamo visto nel nostro articolo d’approfondimento, le vendite di Alfa Romeo iniziano a far registrare un’importare crescita sia in Italia (+22,9% a febbraio) che in altri paesi europei e negli Stati Uniti grazie, sostanzialmente, al debutto sul mercato della nuova Alfa Romeo Giulia, un’auto fondamentale per il futuro del marchio italiano che sulla sua nuova berlina poggia gran parte delle strategie di crescita future. Nonostante un lancio in grande stile ed una gamma oramai sufficientemente articolata, l’Alfa Romeo Giulia non è ancora in grado di superare, per quanto riguarda i risultati di vendita, le dirette rivali del segmento D premium in Italia.

I dati dei primi due mesi del 2017, a tal proposito, parlano chiaro. A febbraio la Giulia ha venduto 755 esemplari in Italia a febbraio registrando risultati inferiori rispetto all’Audi A4 (1141), alla BMW Serie 3 (948) ed alla Mercedes Classe C (846). Se consideriamo i dati del primo bimestre, ovvero il periodo gennaio-febbraio, notiamo come la Giulia raggiunga quota 1522 unità vendute superando la concorrenza della Mercedes Classe C, che si ferma a 1413 unità vendute, ma registrando un sostanziale gap rispetto all’Audi A4, che raggiunge quota 2074 unità vendute. La berlina di casa Alfa Romeo si piazza dietro anche alla BMW Serie 3 che chiude il periodo considerato con 1682 unità vendute. 

Per analizzare al meglio la questione dobbiamo però considerare due aspetti fondamentali. Delle quattro auto considerate la Giulia è l’unica che non può contare su di una versione coupé o station wagon (i dati di vendita considerano, infatti, tutte le varianti dei modelli elencati) ma viene venduta solo in versione berlina. FCA ha già confermato che il progetto Giulia Sportwagon, atteso da tantissimi Alfisti, non verrà avviato alla produzione per far spazio ai più redditizi SUV e crossover, una scelta non condivisa da molti appassionati ma che potrebbe permettere ad Alfa Romeo di crescere più rapidamente in Europa ed in Nord America.

Leggi anche: Alfa Romeo Stelvio, la prova su strada: Cogito Ergo Suv

Il secondo aspetto da considerare è che tra gennaio e febbraio 2017 le tre rivali della Giulia hanno fatto registrare tutte un calo di unità vendute, mostrando un trend opposto rispetto al mercato delle quattro ruote italiano. Globalmente, le rivali tedesche hanno fatto registrare un totale di unità vendute inferiore di circa 500 unità rispetto allo stesso periodo dell’anno passato. A contribuire a tale calo potrebbe essere stata proprio la Giulia che rappresenta una nuova alternativa all’interno del mercato premium.

Continuiate a seguirci anche nel corso dei prossimi giorni per tutti gli aggiornamenti sulle vendite della Giulia e di casa Alfa Romeo in Italia ed in tutti i principali mercati internazionali.

Fiat Panda è l’auto più venduta in Italia a febbraio 2017

FCA

Fiat Chrysler, in Canada a Febbraio risultati brillanti