in

Alfa Romeo: un SUV all’anno sino al 2019 per completare la gamma

Il futuro di Alfa Romeo passa per il mondo di SUV e crossover. La notizia potrà non piacere a tutti gli Alfisti ma, è un dato di fatto,  per conquistare il mercato premium di oggi è necessario avere una solida gamma di SUV con cui rivaleggiare contro i principali brand impegnati nel settore. Lo stesso Sergio Marchione ha confermato, oramai in via ufficiale, che Alfa Romeo potrà contare su due nuovi SUV, uno di dimensioni inferiori allo Stelvio, che condividerà, la stessa base della nuova generazione della Giulietta (un progetto essenziale per il mercato europeo) ed uno di dimensioni maggiori rispetto al nuovo SUV che debutterà nei prossimi giorni sul mercato. 

Il “Grande SUV” di Alfa Romeo, che secondo alcuni rumors dei giorni scorsi potrebbe chiamarsi “Brennero” (non è ancora chiaro se ci troviamo di fronte ad un nome in codice o ad un possibile nome commerciale) verrà invece prodotto a Mirafiori o a Grugliasco e sfrutterà l’esperienza maturata da FCA con il progetto del Maserati Levante.

L’obiettivo, quanto mai ambizioso a questo punto, di Alfa Romeo è quello di presentare sul mercato un nuovo SUV ogni anno. Dopo lo Stelvio, che nei prossimi giorni debutta in concessionaria con la First Edition e che sarà pronto per la vendita con la gamma al completo entro la primavera, toccherà ai due nuovi SUV, uno del 2018 ed un secondo nel 2019.

Al momento, le informazioni disponibili sulle tempistiche con cui Alfa Romeo presenterà i suoi prossimi progetti sono davvero molto scarse. Lo stesso Marchionne non ha lasciato trapelare alcun dettaglio. E’ realistico però pensare che le ipotesi sul lancio di un SUV all’anno da qui al 2019 siano fondate. A meno di problemi di natura tecnica e logistica (a conti fatti il crossover basato sulla nuova Giulietta non ha ancora una sede precisa di produzione) nei prossimi mesi dovremo iniziare a registrare l’arrivo di ulteriori dettagli sulla futura gamma SUV di Alfa Romeo.

alfa-romeo-stelvio-qv-foto-2016-7

Sia in Europa che in Nord America, ad oggi SUV e crossover rappresentano il punto di riferimento del mercato premium. Se in Europa, progetti come il SUV di segmento C potrebbero rivelarsi l’arma vincente per avvicinare e superare la concorrenza, in Nord America sarà necessario, al fine di conquistare il mercato, andare oltre e presentare un SUV di dimensioni maggiori rispetto allo Stelvio. Ogni mercato ha le sue esigenze ed i suoi gusti ed Alfa Romeo se vuole davvero affermarsi come punto di riferimento del settore premium non può tralasciare alcun aspetto.

Non solo SUV per il futuro di Alfa Romeo

E’ così che anche gli Alfisti puri che da anni attendono il rilancio del brand potranno contare su di una gamma di vetture a loro dedicata. Dopo il progetto Alfa Romeo Giulia, un successo internazionale ancor prima del lancio, Alfa ha in programma il lancio della nuova ammiraglia, una berlina che proverà a trasportare lo spirito sportivo della Giulia in dimensioni maggiori, della già citata nuova generazione della Giulietta e di due nuovi modelli dal marcato carattere sportivo (uno potrebbe essere la Giulia Coupé) che andranno a sostituire le 4C.

Leggi anche: Alfa Romeo Stelvio: diffusi due nuovi video ufficiali in attesa del debutto sul mercato

L’assenza dalla gamma della Giulia Sportwagon, un modello atteso da moltissimi appassionati, ci lascia l’amaro in bocca, non c’è dubbio, ma le tante novità in arrivo nei prossimi anni dovrebbero essere in grado di farci superare, senza troppi problemi, la delusione per la mancata produzione della wagon. Una possibile station wagon su base Giulia potrebbe comunque arrivare in futuro nel caso in cui, come speriamo, le vendite di Alfa Romeo raggiungeranno i target fissati dall’azienda. Continuate a seguirci per tutti gli aggiornamenti sul futuro del brand.

Maserati

Maserati: il suo rivenditore sponsor al Doha Jewellery and Watches Exhibition

Fiat Panda 2018

Fiat Panda 2018: le foto spia del nuovo modello