in

Alfa Romeo C18 concept: uno sguardo al futuro

Alfa Romeo C18 Concept
Alfa Romeo C18 Concept

Alfa Romeo C18 Concept, rendering del designer Antonio Paglia, rappresenta un’ipotesi stilistica di quello che potrebbe essere il futuro della casa automobilistica del Biscione. Negli anni passati, il brand di Arese ha portato alla ribalta alcune automobili veramente spettacolari che però purtroppo, sono state spesso afflitte da problemi di natura meccanica. Per fortuna, la più recente ondata di modelli targati Alfa Romeo ha visto notevoli miglioramenti in termini di affidabilità, senza per questo perdere l’eleganza che da sempre contraddistingue le auto della casa italiana, sia per quanto riguarda gli esterni sia per quello che concerne gli interni.

Grazie ha quanto dichiarato dal numero uno di Fiat Chrysler Automobiles, Sergio Marchionne ed anche alle parole degli altri dirigenti del gruppo italo americano, sappiamo già cosa riserverà nei prossimi anni il futuro del Biscione. Una delle poche eccezioni a questo stato di fatto è rappresentato dalla futura vettura sportiva top di gamma, quella che nelle idee dei dirigenti del marchio milanese dovrebbe prendere il posto della mitica 8C Competizione. Di questo modello infatti al momento non si sa praticamente nulla. Tuttavia, il designer automobilistico Antonio Paglia ha deciso di mostrare la sua idea di come potrebbe essere una futuristica auto sportiva Alfa Romeo ed i risultati raggiunti sono davvero incredibili.

Leggi anche: Alfa Romeo Stelvio: in vendita da fine febbraio, prezzi da 38 mila Euro

Alfa Romeo C18 Concept
Alfa Romeo C18 Concept il render del designer Antonio Paglia

Leggi anche: Alfa Romeo Giulia, berline Routière Business per Kilomètres Entreprise

Soprannominato Alfa Romeo C18 Concept la vettura adotta un layout elegante e un motore anteriore con un corpo allungato e una linea incredibilmente semplificata per un parabrezza che si potrebbe allungare sopra le teste del guidatore e del passeggero. Inoltre, il veicolo comprende fari a LED e luci diurne e un’iconica griglia anteriore triangolare che contiene il simbolo del marchio, anch’essa adornata con luci LED.

Altri spunti di design degni di nota sono la presenza di enormi ruote, fanali posteriori collegati a due voluminose prese d’aria che convergono verso la classica calandra a “V” del Biscione. Una variante da corsa  è stata progettata e questa probabilmente sembra essere ancora più aggressiva grazie all’inserimento di archi svasati ed elementi aerodinamici aggressivi.

Jeep Grand Cherokee 2017: debutta sul mercato la versione Trailhawk

Alfa Romeo, Fiat, Maserati, Ferrari, Abarth, Jeep, FCA: Le migliori notizie della settimana (23-29 gennaio)