in

Fiat Chrysler Messico: arriva una pesante multa

Fiat Chrysler
Fiat Chrysler

Il Procuratore federale per la Protezione Ambientale (Profepa) ha multato Fiat Chrysler Messico  per un totale di 15 milioni 931 mila 484 pesos a causa di alcuni veicoli  presenti nella sua gamma proposta sul mercato messicano che non hanno avuto la NOM, che sarebbe il certificato di conformità ambientale. Secondo un comunicato della agenzia federale, la società ha venduto 8.097 veicoli che hanno violato il diritto ambientale messicano. Profepa ha detto che i veicoli coinvolti appartengono al gruppo italo americano diretto dal numero uno Sergio Marchionne. Ricordiamo che i marchi che Fiat Chrysler Messico commercializza nel paese centro americano sono: Chrysler, Dodge, Fiat, Alfa Romeo, Jeep Cherokee e maniera RAM.

Fiat Chrysler Messico: multa pesante dal Procuratore federale per la Protezione Ambientale 

Profepa ha riferito che la casa automobilistica Fiat Chrysler Messico ha violato le leggi NOM-042-SEMARNAT-2003 e NOM-079-SEMARNAT 1994, in materia di limiti massimi consentiti di emissioni in aria dei gas di scarico, nonché i limiti per le emissioni di rumore nello stabilimento di assemblaggio automobilistico. Secondo quanto annunciato da Profepa la visita in cui sono state riscontrate queste irregolarità avvenuta nello scorso mese di marzo, faceva parte del programma di controllo effettuato nel 2015 e il 2016 nei confronti dell’intera industria automobilistica, per verificare il rispetto degli obblighi ambientali da parte di questo settore.

Leggi anche: Alfa Romeo Stelvio First Edition a confronto con i SUV rivali: performance al top

Fiat Chrysler Messico
Fiat Chrysler Messico: multa pesante da parte del Procuratore federale per la Protezione Ambientale (Profepa)

 

Leggi anche: Fiat Tipo 2017: Nuovi motori, allestimenti più ricchi e promo sulla 5 Porte

In futuro Fiat Chrysler Messico se davvero il Presidente degli Stati Uniti Donald Trump manterrà la promessa di imporre dazi sulle auto prodotte per gli Stati Uniti in Messico, potrebbe vedere una forte riduzione della sua presenza nel paese centro americano, così come confermato dallo stesso numero uno del gruppo italo americano, l’amministratore delegato Sergio Marchionne al Salone dell’auto di Detroit edizione 2017. 

 

 

Fiat Tipo 2017: Nuovi motori, allestimenti più ricchi e promo sulla 5 Porte

Ferrari Land

Ferrari Land, apertura il 7 aprile, biglietti in vendita dal 31 gennaio