in

Jeep: prossimo obiettivo di Donald Trump dopo Ford, General Motors e Toyota?

Nuova Jeep Compass 2017
Nuova Jeep Compass 2017

Jeep potrebbe essere la prossima casa automobilistica a dover fare i conti con il neo Presidente degli Stati Uniti Donald Trump. Infatti il marchio, che ora appartiene al produttore italiano-americano Fiat Chrysler Automobiles ha annunciato un ingente investimento per quanto riguarda i propri impianti in Messico.

Questo anche allo scopo di produrre alcuni dei nuovi veicoli dei brand di FCA tra cui il nuovo Suv Jeep Compass. Il quarantacinquesimo presidente degli Stati Uniti, che entrerà in carica il 20 gennaio prossimo, ha infatti dichiarato guerra alle imprese che trasferiscono le loro fabbriche al di fuori del paese.  Spesso Donald Trump colpisce queste aziende pubblicamente tramite il suo account Twitter, così come accaduto di recente con General Motors e Toyota.

La nuova Jeep Compass sarà prodotta in Messico a Toluca

La nuova Jeep Compass, che prima con il vecchio modello è stata prodotta fino a dicembre in una fabbrica del gruppo Fiat Chrysler a Belvidere, Illinois, ha visto la produzione trasferita in un impianto del gruppo a Toluca (Messico). Questo veicolo sarà venduto negli Stati Uniti e in altri paesi, da fine gennaio.

Questo trasferimento non sarà comunque fautore di perdite di posti di lavoro in Fiat Chrysler, il produttore italo americano con sede nei Paesi Bassi, si propone di utilizzare infatti le linee di produzione presenti a Belvidere per produrre un altro veicolo. Oltre la Jeep Compass, FCA costruisce  in Messico  anche alcuni “pick-up”  per il mercato statunitense.

Leggi anche: Alfa Romeo, Fiat, Maserati, Ferrari, Jeep, FCA: Le migliori notizie della settimana (2-8 gennaio)

Jeep Compass
Nuovo Jeep Compass 2017: un modello decisivo per il futuro di Fiat Chrysler Automobiles

Leggi anche: Maserati MC GranTurismo Stradale di Lionel Messi in vendita

In tanti aspettano da un momento all’altro la reazione di Donald Trump

Ricordiamo che dopo l’elezione di Donald Trump nel mese di novembre, il costruttore italo americano aveva poi dichiarato la sua volontà di lavorare con il nuovo presidente “per rafforzare il settore manifatturiero degli Stati Uniti e costruire un futuro migliore per i propri dipendenti, i clienti e la società.”  Fiat Chrysler attraverso i suoi rappresentanti ha poi ricordato di aver investito 8.4 miliardi di dollari nei suoi stabilimenti negli Stati Uniti creando così 25.000 posti di lavoro.

Il suo amministratore delegato, Sergio Marchionne aveva intuito il pericolo, dicendo a giugno 2016 durante la campagna presidenziale in un’intervista a Bloomberg TV che “sarebbero cambiate le cose se fosse prevalso un sentimento protezionista negli Stati Uniti.” Secondo il CEO, ” ciò potrebbe avere un impatto su come vorremmo gestire il nostro business in futuro.” La decisione di costruire la Jeep Compass in Messico fa parte di un piano complessivo per la riorganizzazione della sua produzione in Nord America, che è stato approvato dalla Auto Union statunitense UAW. Vedremo dunque se nelle prossime ore anche la casa americana di FCA sarà presa di mira per questa sua decisione.

Alfa Romeo Stelvio Fisrt Edition

Alfa Romeo Stelvio First Edition: le prime immagini

Fiat Chrysler Mirafiori

Fiat Chrysler Mirafiori: operaio in gravi condizioni